SBK, Aragon: Rea inarrestabile in Gara 1, arriva il 100° trionfo!

Jonathan Rea batte un nuovo record in Gara 1 ad Aragon, conquistando la vittoria numero 100 in carriera. Kawasaki festeggia una splendida doppietta grazie alla seconda posizione di Alex Lowes, che beffa sulla linea del traguardo Toprak Razgatlioglu, terzo. Scott Redding è quarto e Michael Ruben Rinaldi settimo.

SBK, Aragon: Rea inarrestabile in Gara 1, arriva il 100° trionfo!

La stagione 2021 del mondiale Superbike è entrata nel vivo e Gara 1 ci ha già regalato spettacolo e nuovi record: Jonathan Rea è ripartito chiudendo ciò che aveva lasciato in sospeso lo scorso anno. Dopo una partenza fulminea, il campione del mondo in carica ha mantenuto la prima posizione conquistata in Superpole per non lasciarla fino alla bandiera a scacchi. Per il pilota Kawasaki arriva così la vittoria numero 100, un numero stratosferico che lo porta a diventare il primo pilota a raggiungere le tre cifre nel palmarès dei successi.

Con l’affermazione numero 100, Rea porta sul gradino più alto del podio la nuova ZX-10RR e Kawasaki festeggia una splendida doppietta grazie alla gara di Alex Lowes, nelle prime fasi molto vicino al compagno di squadra salvo poi tagliare il traguardo con quattro secondi di ritardo. Il britannico però è stato grande protagonista negli ultimi giri, con una lotta a colpi di sorpassi e controsorpassi con un Toprak Razgatlioglu rinvigorito in Gara.

Il pilota Yamaha, in difficoltà nei primi giri, ha risalito la china fino a combattere per la seconda piazza con una moto che in velocità pagava qualcosa. Il turco non è riuscito a spezzare il dominio Kawasaki, perdendo proprio sulla linea del traguardo la seconda posizione e dovendosi accontentare dell’ultimo gradino del podio.

Alle spalle dei due piloti in lotta per il podio troviamo Scott Redding, probabilmente grande deluso di questa Gara 1: il pilota del team Aruba.it Racing – Ducati non è riuscito ad essere mai in lotta con i diretti rivali, restando più attardato e solamente quarto al traguardo. Il britannico si è inoltre dovuto guardare le spalle da un arrembante Chaz Davies, che sembra essere a proprio agio in sella alla Panigale V4R del team Go Eleven.

Il gallese è il primo dei piloti indipendenti e autore di una gara solida, terminata a tre decimi dall’ex compagno di squadra e davanti a Tom Sykes. Il pilota BMW ci ha abituati a prestazioni stratosferiche sul giro secco salvo poi perdere terreno in gara e così è stato: Sykes infatti partiva dalla terza casella ma ha arretrato giro dopo giro, passando sotto la bandiera a scacchi in sesta posizione.

Inizia con un settimo posto il debutto in gara di Michael Ruben Rinaldi, che qui aveva trovato la sua prima affermazione mondiale lo scorso anno, ma oggi si è dovuto accontentare difendendo la posizione da Leon Haslam, ottavo e unico pilota Honda ufficiale al traguardo. A poche tornate dal termine infatti Alvaro Bautista è finito nella ghiaia, gettando alle ortiche la sua prima gara dell’anno.

Taglia il traguardo con un po’ di amaro in bocca Garrett Gerloff, che è solo nono al termine di una gara complicata. Lo statunitense del team GRT resta comunque davanti ad Andrea Locatelli, decimo al debutto in Superbike con la R1 del team ufficiale. Il campione Supersport in carica passa sotto la bandiera a scacchi davanti a un Michael van der Mark in estrema difficoltà in apertura di stagione con BMW, solo 11esimo.

Inizia con un problema tecnico il debutto in gara di Tito Rabat, che al quarto giro è costretto a parcheggiare la sua Ducati a bordo pista e chiude la gara in largo anticipo. La stessa sorte capita a Samuele Cavalieri, anche lui al debutto in Superbike. Non tagliano il traguardo nemmeno Leandro Mercado ed Eugene Laverty, ritirati prima dello sventolare della bandiera a scacchi.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 18 33'24.225       25
2   22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 18 33'28.190 3.965 3.965   20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 18 33'28.233 4.008 0.043   16
4   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 18 33'28.467 4.242 0.234   13
5   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 18 33'28.840 4.615 0.373   11
6   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 18 33'31.009 6.784 2.169   10
7   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 18 33'32.570 8.345 1.561   9
8   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 18 33'34.412 10.187 1.842   8
9   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 18 33'34.551 10.326 0.139   7
10   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 18 33'41.918 17.693 7.367   6
11   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 18 33'45.379 21.154 3.461   5
12   47 Italy Axel Bassani Ducati 18 33'51.748 27.523 6.369   4
13   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 18 33'55.188 30.963 3.440   3
14   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 18 34'00.994 36.769 5.806   2
15   44 France Lucas Mahias Kawasaki 18 34'03.559 39.334 2.565   1
16   94 Germany Jonas Folger BMW 18 34'05.769 41.544 2.210    
17   23 France Christophe Ponsson Yamaha 18 34'07.404 43.179 1.635    
18   84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 18 34'45.685 1'21.460 38.281    
  dnf 19 Spain Alvaro Bautista Honda 17 1 Lap     Incidente  
  dnf 50 Ireland Eugene Laverty BMW 13 5 Laps     Ritirato  
  dnf 76 Italy Samuele Cavalieri Kawasaki 9 9 Laps     Ritirato  
  dnf 36 Argentina Leandro Mercado Honda 7 11 Laps     Ritirato  
  dnf 53 Spain Tito Rabat Ducati 2 16 Laps     Mechanical
condividi
commenti
SBK, Aragon: zampata di Rea, Superpole da record
Articolo precedente

SBK, Aragon: zampata di Rea, Superpole da record

Articolo successivo

Rea: “100 vittorie, una pietra miliare. Ora tocca a Hamilton!”

Rea: “100 vittorie, una pietra miliare. Ora tocca a Hamilton!”
Carica i commenti