SBK, Aragon, Libere 2: Davies comanda su Rea, Redding terzo

Chaz Davies chiude al comando la seconda sessione di prove libere, davanti a Jonathan Rea. Scott Redding è terzo, mentre Rinaldi è settimo. Una bandiera rossa causata dalla caduta di van der Mark ha fermato il turno per qualche minuto, ma il pilota BMW è ok.

SBK, Aragon, Libere 2: Davies comanda su Rea, Redding terzo

Le prime due sessioni del round di Aragon sono andate in archivio e soprattutto il turno pomeridiano è stato quello che in linea di massima ha delineato i valori in campo, essendo stato disputato nelle condizioni che i piloti troveranno nelle due gare lunghe di domani e domenica. A chiudere le FP2 con il miglior tempo è Chaz Davies, che si conferma decisamente a suo agio al Motorland, firmando un 1’50”400.

Sembra dunque iniziare con il piede giusto l’avventura del gallese con il team Go Eleven, che si mette davanti a tutti nella seconda sessione con la moto del team indipendente. Davies, che qui ad Aragon ha  vinto sette volte, si mette tutti alle spalle, primo fra tutti Jonathan Rea. Il campione del mondo in carica risale la china dopo la sesta posizione della mattina e migliora fino ad arrivare al secondo tempo, a poco meno di tre decimi da Davies.

Al contrario del gallese, sono apparsi più in difficoltà i due portacolori del team Aruba.it Racing – Ducati. Scott Redding però trova lo spunto nelle fasi finali e riesce ad agguantare il terzo crono, a 380 millesimi dal leader e compagno di marca. Michael Ruben Rinaldi conclude l’ultimo turno della giornata con il settimo tempo e paga ben sette decimi dalla vetta. Ancora più indietro invece è Tito Rabat, il cui debutto in Superbike sembra piuttosto faticoso, lo spagnolo del team Barni non va oltre la 16esima posizione.

Nelle posizioni di vertice invece troviamo Honda, che con Alvaro Bautista si porta in quarta posizione. Lo spagnolo sembra mettere a frutto le modifiche e i miglioramenti fatti durante l’inverno e si mette subito alle spalle dei due più favoriti al titolo. Alle spalle di Bautista troviamo il suo compagno di squadra Leon Haslam, quinto con l’altra Fireblade CBR10000 RR-R.

Il sesto crono appartiene ad Alex Lowes, più indietro come posizioni, ma migliorato in termini di cronometro. L’alfiere Kawasaki precede il già citato Rinaldi, mentre Toprak Razgatlioglu arretra rispetto alla mattina. Il dominatore della prima sessione non va oltre l’ottavo tempo ed è il primo dei piloti Yamaha. A chiudere la top 10 troviamo un ottimo Axel Bassani e Garrett Gerloff, nono e decimo rispettivamente.

Mancano all’appello le due BMW, che in questa sessione sono più attardate. Il primo dei piloti della Casa di Monaco è Eugene Laverty, 11esimo con la M1000R del team indipendente. Tom Sykes è invece solo 13esimo. Va peggio a Michael van der Mark, protagonista della sessione, suo malgrado. L’olandese è scivolato alla Curva 8, fortunatamente senza alcuna conseguenza fisica. La sua BMW però è finita sopra gli air-fence, costringendo i commissari ad esporre la bandiera rossa per rimettere in sicurezza la pista. Van der Mark ha chiuso il turno con il 17esimo tempo.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 17 1'50.400     165.554
2 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 14 1'50.690 0.290 0.290 165.120
3 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 19 1'50.780 0.380 0.090 164.986
4 19 Spain Alvaro Bautista Honda 18 1'50.814 0.414 0.034 164.935
5 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 14 1'51.000 0.600 0.186 164.659
6 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 17 1'51.037 0.637 0.037 164.604
7 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 19 1'51.179 0.779 0.142 164.394
8 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 22 1'51.202 0.802 0.023 164.360
9 47 Italy Axel Bassani Ducati 19 1'51.231 0.831 0.029 164.317
10 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 19 1'51.238 0.838 0.007 164.307
11 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 21 1'51.781 1.381 0.543 163.509
12 50 Ireland Eugene Laverty BMW 15 1'51.981 1.581 0.200 163.216
13 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 12 1'52.061 1.661 0.080 163.100
14 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 16 1'52.099 1.699 0.038 163.045
15 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 15 1'52.238 1.838 0.139 162.843
16 53 Spain Tito Rabat Ducati 18 1'52.306 1.906 0.068 162.744
17 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 3 1'52.377 1.977 0.071 162.641
18 44 Lucas Mahias Kawasaki 18 1'52.444 2.044 0.067 162.544
19 94 Germany Jonas Folger BMW 13 1'52.492 2.092 0.048 162.475
20 23 France Christophe Ponsson Yamaha 13 1'53.594 3.194 1.102 160.899
21 36 Argentina Leandro Mercado Honda 14 1'54.965 4.565 1.371 158.980
22 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 17 1'55.572 5.172 0.607 158.145
23 76 Italy Samuele Cavalieri Kawasaki 11 1'55.741 5.341 0.169 157.914
condividi
commenti
SBK, Aragon, Libere 1: si riparte da Razgatlioglu
Articolo precedente

SBK, Aragon, Libere 1: si riparte da Razgatlioglu

Articolo successivo

SSP, Aragon, Libere: Tuuli domina il venerdì davanti a Odendaal

SSP, Aragon, Libere: Tuuli domina il venerdì davanti a Odendaal
Carica i commenti