SBK, Aragon, Libere 1: si riparte da Razgatlioglu

La prima sessione di prove libere si chiude nel segno di Toprak Razgatlioglu, che comanda davanti a Chaz Davies e Garrett Gerloff. Jonathan Rea è ‘solo’ sesto alle spalle di Rinaldi, mentre Scott Redding non va oltre l’undicesimo tempo.

SBK, Aragon, Libere 1: si riparte da Razgatlioglu

Finalmente si ricomincia! Questo fine settimana riparte l’azione del mondiale Superbike, che ha acceso di nuovo i motori e sul tracciato di Motorland Aragon regala spettacolo per il primo round della stagione. Le derivate di serie sono scese in pista questa mattina per disputare il primo round di prove libere, che si  chiuso nel segno di Toprak Razgatlioglu, che ha firmato un 1’49”952 portandosi al comando della classifica dei tempi.

Ad Aragon si riparte dunque da Yamaha, che riserva subito sorprese mostrandosi efficace su una pista che lo scorso anno aveva evidenziato i problemi della R1. Ma nelle mani di Razgatlioglu ha chiuso davanti a tutti e lo dimostra anche Garrett Gerloff. Lo statunitense si conferma in ottima forma dopo i test e chiude il primo turno di libere in terza posizione, pur pagando quasi mezzo secondo dal compagno di marca. L’alfiere GRT conferma non solo la sua competitività ma anche quella della moto, che mette in mostra i passi in avanti fatti durante l’inverno.

Fra i due piloti Yamaha si inserisce Chaz Davies, secondo in sella alla Panigale V4R del team Go Eleven. Il gallese, all’esordio con il suo nuovo team, è il primo dei piloti Ducati, che in questo avvio di stagione restano più attardati nella prima sessione di libere. Davies infatti chiude in seconda posizione a poco più di tre decimi da Razgatlioglu, mentre il primo dei piloti ufficiali è quinto. Michael Ruben Rinaldi fa il suo debutto da factory a quasi otto decimi dal turco e si mette fra i due portacolori Kawasaki. Per trovare Scott Redding invece bisogna scorrere fino all’11esimo tempo. Il britannico inizia con calma e paga al momento 1.2 secondi dal pilota Yamaha.

Come detto, Rinaldi è tra i due alfieri Kawasaki, il primo dei quali è Alex Lowes. L’inglese chiude la prima sessione in quarta posizione e resta davanti a Jonathan Rea. Il campione del mondo in carica parte con relativa cautela e non va oltre il sesto tempo, a ben otto decimi dalla vetta. Alle spalle del detentore del titolo troviamo un ottimo Tom Sykes, che nel finale stampa un settimo crono che gli garantisce la top 10.

Per BMW la stagione sembra iniziare con il piede giusto, avendo piazzato entrambi i piloti ufficiali nelle prime dieci posizioni: Michael van der Mark infatti, all’esordio con la M1000RR riesce ad agguantare il nono tempo. Apre il 2021 con soddisfazione anche Honda, che vede Leon Haslam con l’ottavo tempo, mentre a chiudere la top 10 troviamo Alvaro Bautista, distante poco più di un secondo dalla vetta.

Debutta in 12esima posizione Tito Rabat, in sella alla Panigale V4R del team Barni. Lo spagnolo precede Jonas Folger e Kohta Nozane, 13esimo e 14esimo rispettivamente. Resta invece lievemente più attardato Eugene Laverty, solo 15esimo. È molto indietro anche Andrea Locatelli, che si trova all’esordio in Superbike: il campione in carica Supersport paga quasi due secondi dal compagno di squadra ed è 17esimo.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 15 1'49.952     166.228
2 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 14 1'50.260 0.308 0.308 165.764
3 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 15 1'50.442 0.490 0.182 165.491
4 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 16 1'50.498 0.546 0.056 165.407
5 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 15 1'50.741 0.789 0.243 165.044
6 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 14 1'50.834 0.882 0.093 164.906
7 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 15 1'50.842 0.890 0.008 164.894
8 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 15 1'50.907 0.955 0.065 164.797
9 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 16 1'50.966 1.014 0.059 164.709
10 19 Spain Alvaro Bautista Honda 15 1'51.049 1.097 0.083 164.586
11 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 17 1'51.203 1.251 0.154 164.358
12 53 Spain Tito Rabat Ducati 17 1'51.245 1.293 0.042 164.296
13 94 Germany Jonas Folger BMW 11 1'51.285 1.333 0.040 164.237
14 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 18 1'51.376 1.424 0.091 164.103
15 50 Ireland Eugene Laverty BMW 10 1'51.428 1.476 0.052 164.026
16 47 Italy Axel Bassani Ducati 18 1'51.584 1.632 0.156 163.797
17 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 17 1'51.902 1.950 0.318 163.332
18 23 France Christophe Ponsson Yamaha 16 1'51.952 2.000 0.050 163.259
19 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 14 1'52.139 2.187 0.187 162.987
20 44 FranceLucas Mahias Kawasaki 17 1'52.290 2.338 0.151 162.767
21 36 Argentina Leandro Mercado Honda 6 1'55.769 5.817 3.479 157.876
22 76 Italy Samuele Cavalieri Kawasaki 10 1'56.076 6.124 0.307 157.458
condividi
commenti
Bautista: “Volevo aiutare in MotoGP, ma HRC vuole vincere in SBK”
Articolo precedente

Bautista: “Volevo aiutare in MotoGP, ma HRC vuole vincere in SBK”

Articolo successivo

SBK, Aragon, Libere 2: Davies comanda su Rea, Redding terzo

SBK, Aragon, Libere 2: Davies comanda su Rea, Redding terzo
Carica i commenti