Rinaldi tuona: “Nel Mondiale certi errori non si possono fare”

Rinaldi ha concluso Gara 2 nella ghiaia dopo essere stato centrato da Gerloff quando era in lotta per il podio. Il pilota Yamaha è stato penalizzato, ma il romagnolo della Ducati afferma che manovre del genere non sono ammissibili nel mondiale.

Rinaldi tuona: “Nel Mondiale certi errori non si possono fare”

La fortuna continua a non sorridere particolarmente a Michael Ruben Rinaldi, che ad Estoril cercava il riscatto dopo un primo round in salita, eppure il weekend del Portogallo si è concluso non certo come avrebbe voluto. Il pilota Ducati infatti stava mostrando un gran passo ed era in lotta per le posizioni del podio, quando è finito nella ghiaia nelle fasi iniziali di gara.

L’incolpevole Rinaldi è stato centrato da Garrett Gerloff, molto arrembante in un tentativo di sorpasso ai danni del pilota Ducati finito però non secondo i piani. Il portacolori GRT infatti ha perso il controllo della sua R1, colpendo la Panigale V4R numero 21. Entrambi sono finiti a terra, chiudendo la gara con largo anticipo e lasciando sull’asfalto dei punti preziosi.

Per Gerloff è arrivata una penalità che sconterà a Misano, in Gara 1 infatti partirà dalla pitlane. Una magra consolazione per Rinaldi, che ha commentato l’episodio affermando che certi errori sono inammissibili in un campionato mondiale: “In Gara 2 mi sentivo molto bene, ho passato Rea e dopo avevo intenzione di seguire Scott per non darci fastidio e in caso giocarcela verso la fine. Purtroppo un altro pilota ha sbagliato e ha causato la mia caduta. Quando è così non puoi nemmeno arrabbiarti con te stesso. Però in un mondiale certi errori non si dovrebbero fare”.

Tutto sommato però, Rinaldi tira le somme e ritiene che il weekend sia stato in crescita. Il pilota Ducati infatti cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno e di mettersi alle spalle l’incidente, pensando a quanto di buono raccolto ad Estoril e di cui può fare tesoro per Misano, prossimo appuntamento in programma fra due settimane: “In generale sono soddisfatto del weekend perché turno siamo andati a migliorare su una pista che comunque era difficile l’anno scorso per noi, quindi siamo andati molto bene con la squadra, passo dopo passo. Questo mi ha permesso di fare un weekend in crescita. Prendiamo il positivo del weekend, che è il buon lavoro con la squadra e il feeling migliorato con la moto. La prossima gara sarà a Misano, il morale alto perché alla fine dobbiamo usare questo momento per caricarci ancora di più e riscattarci nel prossimo weekend”.

condividi
commenti
Penalità per Gerloff dopo l'incidente con Rinaldi in Gara 2
Articolo precedente

Penalità per Gerloff dopo l'incidente con Rinaldi in Gara 2

Articolo successivo

Report SBK: Rea imperioso nella disfatta Ducati

Report SBK: Rea imperioso nella disfatta Ducati
Carica i commenti