Redding: “Era meglio andare in spiaggia questo weekend”

Scott Redding è il grande deluso di questo round di Misano, dopo aver concluso l'appuntamento di casa di Ducati senza nemmeno un podio. Il britannico non ha mai avuto feeling con la moto e spera di riscattarsi a Donington, in programma fra due settimane.

Redding: “Era meglio andare in spiaggia questo weekend”

Il grande sconfitto del round di Misano del mondiale Superbike è sicuramente Scott Redding, che arrivava all’appuntamento di casa di Ducati con la voglia di riscattarsi dopo la caduta (e la penalità) di Gara 2 ad Estoril, ma non ha raccolto quanto sperava. Il britannico è piuttosto deluso al termine di un fine settimana che doveva rappresentare la risalita, eppure si è ritrovato a perdere terreno in classifica generale e piegato anche dal compagno di squadra.

Non solo non è riuscito a vincere alcuna gara, ma non è mai salito sul podio e gli interrogativi per il pilota Ducati sono molti. Il peso? Le gomme? Redding non aveva feeling in sella alla sua Panigale V4R: “Era meglio andare in spiaggia questo weekend. Abbiamo migliorato il feeling, ma forse non la performance oggi. Ma è stata dura, non siamo mai riusciti ad avere quel feeling che abbiamo normalmente con la moto. Nella Superpole Race non riuscivo ad andare bene, ho chiuso un po’ il gap nel finale. In Gara 2 pensavo di poter essere più vicino e lottare. Sono stato con i ragazzi davanti nei primi giri, ma poi la gomma anteriore ha sofferto il caldo e facevo fatica a girare, quindi andavo largo”.

Leggi anche:

Guardando però le prestazioni dei compagno di marca, sembrano essere andati meglio di Redding in questo fine settimana. Rinaldi è salito per due volte sul gradino più alto del podio e anche Axel Bassani si è fatto notare. Redding commenta: “Forse il fatto di conoscere la pista lo ha aiutato questo fine settimana, spesso la gara di casa aiuta. Ma sicuramente ha guidato bene, aveva un gran feeling. Purtroppo Chaz invece non aveva buone sensazioni, quindi questo weekend sembra uno di quelli in cui ci sono grandi differenze di performance, perché Rinaldi è stato veloce. Io invece facevo una fatica enorme a stare con i piloti davanti in alcune aree. Sapevo che non avrei vinto, quindi ho preferito portare a casa un quarto posto, che è meglio di una caduta”.

Una volta archiviato il round di Misano però, Redding si concentra su Donington, prossimo appuntamento della stagione in cui spera di ribaltare una situazione che in questo momento lo vede allontanarsi dai primi in classifica. Il pilota Ducati è infatti terzo a ben 43 lunghezze dal leader Jonathan Rea: “Siamo in un team ufficiale, se ci sono problemi si devono risolvere. Ma magari a Donington non avremo i problemi che abbiamo avuto qui. Questo weekend abbiamo capito dove andare per fare un passo avanti con la moto. Il problema è stato che la performance non è arrivata, ho bisogno di una prestazione maggiore sulla gomma”.

condividi
commenti
Rinaldi: “Deluso. Ho faticato di più con pista più calda”
Articolo precedente

Rinaldi: “Deluso. Ho faticato di più con pista più calda”

Articolo successivo

SSP300, Misano: Carrasco torna a vincere, Huertas è leader

SSP300, Misano: Carrasco torna a vincere, Huertas è leader
Carica i commenti