Rea: "Non capisco la logica di Pirelli di usare la SCX solo nella Sprint Race"

Pirelli vieta l'utilizzo della gomma SCX nelle principali gare di Portimao: questa decisione dovrebbe frenare la Yamaha e aiutare la Kawasaki. Tuttavia Rea non capisce la logica dietro queste decisioni.

Rea: "Non capisco la logica di Pirelli di usare la SCX solo nella Sprint Race"

La gomma Pirelli SCX, mescola morbida da gara è stata utilizzata regolarmente nelle gare più lunghe dei weekend dal leader del mondiale Toprak Razgatlioglu in questa stagione. Il campione in carica Jonathan Rea, d'altra parte, ha avuto ripetutamente problemi con questa opzione di pneumatico. In occasione dell'ultimo appuntamento in Europa, a Portimao, Pirelli ha deciso di vietare l'uso dello pneumatico SCX nelle due gare principali.

Il fornitore di pneumatici è preoccupato per la durata delle gomme, in particolare, la lunga curva finale in combinazione con le alte temperature e velocità dell'asfalto a Portimao mette a dura prova la gomma posteriore. La decisione di ritirare lo pneumatico SCX per le due gare principali è intesa a garantire la sicurezza.

Kawasaki quindi ha un jolly da giocare: Jonathan Rea infatti ha avuto delle gare deludenti con la gomma SCX a Jerez e Barcellona. A Portimao però, questa mescola verrà utilizzata solo nella Superpole Race.

Jonathan Rea

Bestzeiten in beiden Trainings: Jonathan Rea ist der Favorit in Portimao

Foto: Motorsport Images

"Non ho ancora potuto provare la gomma SCX - afferma Rea - Forse lo farò domenica mattina nel warm up. Poi le condizioni sono peggiori perché farà relativamente freddo. Voglio vedere se la gomma SCX funziona per uno o più giri. Ma normalmente questa gomma crea problemi solo sulla nostra moto".

Jonathan Rea mette in dubbio la decisione di Pirelli

Il fatto che Pirelli permetta l'utilizzo delle gomme SCX solo nella Superpole Race è qualcosa che Rea può capire solo in misura limitata: "Non capisco la logica dietro l'utilizzo della gomma solo per le gare sprint. Secondo me, non è un buon marketing. Dovresti portare gomme che puoi usare in tutte le gare o lasciare la scelta alle squadre”.

Venerdì Rea ha fatto segnare il miglior tempo in entrambe le sessioni di prove libere. In passato, il campione in carica è sempre stato veloce a Portimao e prova a dare una spiegazione: "Questo circuito è insolito, presenta molte sfide. Il pilota può fare una grande differenza su questo circuito. La posizione della parte superiore del corpo è molto importante qui. La mia esperienza nel motocross aiuta qui e si possono compensare alcune cose. Ma ovviamente la moto deve funzionare bene". 

Alex Lowes può aiutare?

Rea attualmente è distante 20 punti dalla vetta della classifica, occupata da Toprak Razgatlioglu. A Portimao però, il pilota Kawasaki può colmare il gap prima che il Mondiale si sposti in Argentina e Indonesia, ultime due tappe della stagione. Nel venerdì di libere, anche il suo compagno di squadra Alex Lowes era davanti a Razgatlioglu, e questo potrebbe costare punti aggiuntivi al leader del mondiale. Ma il numero due di Kawasaki non è ancora al massimo della forma.

"Alex è vicino, anche se è infortunato. È un tipo tosto e probabilmente non ammetterà quanto sia ferito davvero. È molto veloce. Dimostra che la nostra moto sta funzionando bene. Vorrei che fosse più in forma, perché può lottare davanti", ha commentato Rea.

Alex Lowes

Alex Lowes verletzte sich seine Hand beim WSBK-Event in Barcelona

Foto: Motorsport Images

condividi
commenti
Razgatlioglu: "Ancora non sto bene, ma proverò a vincere"
Articolo precedente

Razgatlioglu: "Ancora non sto bene, ma proverò a vincere"

Articolo successivo

Tegola Lowes: è unfit e non corre a Portimao

Tegola Lowes: è unfit e non corre a Portimao
Carica i commenti