Razgatlioglu: “Bello vincere, ma questo weekend non sto bene”

Toprak Razgatlioglu firma la doppietta a Jerez, imponendosi nelle uniche due gare disputate. Il pilota Yamaha incrementa il vantaggio nella classifica mondiale, ma riconosce di non considerarla e di scendere in pista solo per vincere. Il leader iridato inoltre rivela di non essere stato particolarmente bene per tutto il weekend”.

Razgatlioglu: “Bello vincere, ma questo weekend non sto bene”

Nella domenica del tragico round di Jerez, tutta l’attenzione era concentrata sulla scomparsa di Dean Berta Vinales. Tuttavia non si è persa di vista la lotta mondiale, che è andata avanti nella domenica andalusa facendo pendere la bilancia pesantemente su Toprak Razgatlioglu. Con un programma di gare stravolto per la morte del giovane pilota spagnolo, la Superbike è scesa in pista per Gara 1 e Gara 2 solo domenica, come nel vecchio format, ed entrambe le manche portano la firma del pilota Yamaha.

“Questo non è stato un buon weekend – esordisce Razgatlioglu – perché ieri eravamo tutti distrutti. Ma questo è il nostro sport, oggi abbiamo disputato le nostre gare. Io ho vinto due gare, ho fatto il mio meglio. È una cosa buona perché così siamo arrivati a quota dieci vittorie quest’anno. Sono contento, il mio team ha fatto un gran lavoro, perché venerdì non avevo un grande feeling, ma loro venerdì sera hanno lavorato benissimo e il sabato mi sentivo meglio. Anche dopo Gara 1 abbiamo provato a migliorare per Gara 2, ma il caldo dava problemi di grip a tutti quanti. Comunque ho lottato per la vittoria con Scott, che era molto forte negli ultimi giri”.

Il turco lascia la Spagna con un primato consolidato e ora ha 20 punti di vantaggio su Jonathan Rea, diretto rivale in classifica. Toprak si è imposto nelle due gare del weekend con una forza impressionante, piegando il pilota Kawasaki, che nella manche pomeridiana è entrato in crisi. Tuttavia, non è stato tutto così semplice per Razgatlioglu, che ha rivelato di non essere al massimo della forma fisica da qualche giorno: “Questo weekend non sto molto bene. Ieri non stavo malissimo, ma oggi andava male. Comunque ho provato a dare tutto quello che avevo. Questo weekend è finito e penso di stare molto meglio il prossimo, sarò più forte. Portimao non sarà una pista facile, con tanti saliscendi, curve veloci...ma siamo pronti a lottare!”.

Portimao inoltre è feudo di Jonathan Rea, in Portogallo ha trionfato in più di un’occasione e Razgatlioglu non lo tira fuori dalla lotta, anzi. Il leader del mondiale è consapevole del fatto che le difficoltà di questo fine settimana non spaventeranno il pilota Kawasaki: “Rea aveva dei problemi oggi, non so quali...faceva caldo per tutti e magari aveva problemi di grip. Comunque si va a Portimao, dove lui è veloce. Rea è ancora forte e ci proverà in Portogallo, lo so”.

La classifica però parla chiaro e racconta l’andamento di questo mondiale ancora così incerto. Tuttavia, Toprak rivela di non sapere nemmeno quale sia il suo vantaggio sul rivale in classifica. Il pilota Yamaha punta solo a fare il miglior risultato possibile in tutte le gare: “Non sto guardando il campionato, non so nemmeno quanti punti di vantaggio ho. Io provo solo a vincere, non guardo questo aspetto. Ho parlato con Kenan (Sofuoglu) e abbiamo lavorato sulla frenata, su come fermare la moto, e penso di aver guidato meglio rispetto a Barcellona. Abbiamo parlato anche alla fine della gara”.  

Inevitabile poi è un accenno alla MotoGP. Razgatlioglu infatti proverà la Yamaha M1, ma in questo momento pensarci non è la sua priorità: “Forse guiderò la MotoGP nei test invernali della Superbike, ma non lo so. Ora però non penso a questa cosa perché mi sto concentrando sul mio lavoro. Quest’anno provo a vincere molto e poi durante l’inverno si vedrà”.

condividi
commenti
Redding: “Sorpreso che questa tragedia non sia successa prima”
Articolo precedente

Redding: “Sorpreso che questa tragedia non sia successa prima”

Articolo successivo

SBK 2021: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del Round di Portimao

SBK 2021: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del Round di Portimao
Carica i commenti