Razgatlioglu vincitore senza benzina: “Temevo di non arrivare”

Toprak Razgatlioglu domina a Donington, imponendosi in condizioni complicatissime e rendendosi protagonista di una rimonta sbalorditiva. Il pilota Yamaha rosicchia ancora qualche punto a Jonathan Rea e lo regola in una Gara 1 in cui mostra tutto il suo talento.

Razgatlioglu vincitore senza benzina: “Temevo di non arrivare”

A Donington ha conquistato il suo primo podio in Superbike nel 2018 e quest’anno Toprak Razgatlioglu è salito sul gradino più alto del podio confermando di essere davvero l’anti-Rea in questo mondiale 2021. Il pilota Yamaha è l’unico che in questo momento sta facendo la differenza riuscendo a insidiare il sei volte campione del mondo e in Gara 1 a Donington ne ha dato dimostrazione.

Partito dalla 13esima casella, il turco si è reso autore di una fantastica rimonta, solo nel primo giro è riuscito a scavalcare undici piloti, portandosi in seconda posizione. Alla seconda tornata ha rotto gli indugi sferrando un attacco poi rivelatosi vincente a Jonathan Rea e prendendo così il comando della gara. In condizioni scivolose, con pista umida che andava via via asciugandosi, Razgatlioglu ha tirato fuori il suo lato circense tenendo in piedi la sua R1 su un asfalto che ha tradito molti piloti.

Con la vittoria odierna, Toprak rosicchia altri cinque punti a Rea e si presenta a Gara 2 ormai da favorito. Tuttavia, il pilota Yamaha ritiene che la sua non sia stata una gara perfetta, a dispetto di quanto visto: “Oggi per me la partenza non è stata buona a causa delle condizioni che c’erano per la pioggia e non ero veloce. Ma vedevo la linea d’asciutto e mi sono detto ‘ho un’opportunità, devo provarci perché mi servono dei punti per il campionato’. Al primo giro spingevo e mi sentivo bene, ma a volte commettevo qualche errore. Comunque ho vinto e sono molto contento. Per me questa gara è stata incredibile perché al secondo giro ero al comando della gara. Ringrazio il mio team perché ha fatto un lavoro incredibile questo weekend”.

Gara col brivido per Toprak però, che dopo aver tagliato la linea del traguardo è stato aiutato a rientrare ai box da Alex Lowes. Razgatlioglu aveva infatti terminato la benzina e temeva di non riuscire a finire la gara: “All’ultimo giro mi è finita la benzina e ho iniziato a guardare indietro per capire dove fosse Rea, avevo paura che mi fregasse. Però ringrazio Lowes per avermi aiutato a rientrare in pit lane. Dopo la gara avevo le braccia distrutte per aver spinto la moto”.

condividi
commenti
SBK, Gara 1: Razgatlioglu vola sull'umido a Donington. Redding KO

Articolo precedente

SBK, Gara 1: Razgatlioglu vola sull'umido a Donington. Redding KO

Articolo successivo

Rea: “Ho faticato sulla Kawasaki, secondo era il massimo”

Rea: “Ho faticato sulla Kawasaki, secondo era il massimo”
Carica i commenti