"Pinguino d'oro" alla carriera a Checa e Criville

Tra i premiati c'era anche l'iridato della Moto3, Maverick Vinales

Domenica 12 gennaio si è conclusa la 33esima edizione dei "Pinguini d'oro", un classico tra gli eventi motoristici della off-season. Tanti i protagonisti spagnoli accorsi al raduno motociclistico più grande della penisola, nel quale ben oltre ventisettemila partecipanti si sono ritrovati a Puente Duero, nei dintorni di Valladolid. Insieme ad Alex Crivillé, premiato con il Pinguino d'oro alla leggenda, e a Maverick Viñales, Pinguino d'oro 2014, c'era anche Carlos Checa, il quale ha ricevuto il riconoscimento per il suo percorso sportivo. Checa, fino a questo momento l'unico pilota spagnolo in grado di laurearsi campione nel Mondiale eni FIM Superbike, non è nuovo al "calore" e gli applausi di questo evento, visto il Pinguino d'oro vinto nel 1999 per la strepitosa stagione disputata nel Mondiale 500 l'anno precedente.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Carlos Checa
Articolo di tipo Ultime notizie