Pedercini sceglie Ribodino per il round in Argentina

Luciano Ribodino debutterà nel mondiale Superbike in Argentina e lo farà con la Kawasaki del team Pedercini. Il pilota argentino affiancherà Loris Cresson e sostituirà Lachlan Epis.

Pedercini sceglie Ribodino per il round in Argentina

La Superbike lascia l’Europa e vola in Argentina, dove disputerà il penultimo round della stagione, che potrebbe essere decisivo per le sorti mondiali. Il pubblico sudamericano però potrà non solo godere dello spettacolo offerto dai piloti che lottano per il titolo, ma anche supportare gli idoli locali. Già, perché oltre al titolare Leandro Mercado che torna a fare una gara di casa dopo più di un anno, a San Juan vedremo un altro pilota argentino in griglia di partenza.

Si tratta di Luciano Ribodino, impegnato nella Superbike argentina in questa stagione. Il pilota di Cordoba (Argentina) affiancherà Loris Cresson in sella alla Kawasaki ZX-10RR del team Pedercini e andrà così a sostituire Lachlan Epis, australiano in forza alla squadra di Lucio Pedercini negli ultimi round. Ribodino ha conquistato due campionati superbike, uno nel 2017 nel suo paese e un altro, lo stesso anno, nel campionato nazionale brasiliano. Nel 2012 inoltre ha vinto il titolo Supersport sempre in Argentina.

Per la prima volta dal 2019 dunque, il mondiale torna in Argentina e lo fa con due piloti locali, uno dei quali ha già corso a San Juan in questa stagione. All’inizio del 2021 infatti, il campionato nazionale ha fatto tappa proprio a El Villicum, dove Ribodino ha conquistato la pole position.

Ribodino commenta il suo prossimo debutto nel mondiale: “Voglio ringraziare il team Pedercini Racing e i miei sponsor per l’opportunità di farmi debuttare nel mondiale Superbike al circuito di San Juan. Farò del mio meglio per la squadra e raccoglierò quanta più esperienza possibile. Voglio godermi ogni momento perché correre nel mondiale Superbike è un sogno per me”.

Lucio Pedercini, team manager, afferma: “Siamo felici di dare il benvenuto a Luciano in Argentina. Quando ci siamo resi conto di aver bisogno di un altro pilota che affiancasse Loris, aveva senso cercare qualcuno con esperienza in Sudamerica e il palmarès di Luciano ci ha fatto capire che fosse un’ottima scelta. Gli daremo tutto il nostro supporto e siamo contenti che un pilota argentino debutti nel mondiale con noi nel suo round di casa”.

condividi
commenti
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

Articolo precedente

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

Articolo successivo

Ducati punta sul figlio di Troy Bayliss per la Supersport nel 2022

Ducati punta sul figlio di Troy Bayliss per la Supersport nel 2022
Carica i commenti