FIM e Dorna chiedono alcune modifiche a Monza

FIM e Dorna chiedono alcune modifiche a Monza

Martedì è stata completata l'ispezione e servono dei miglioramenti per riportare la SBK

Si è tenuto lo scorso 21 gennaio presso l’Autodromo Nazionale Monza, un incontro tra i responsabili del circuito, i rappresentanti della FIM Igor Eskinja e Frank Vayssiè (FIM SBK Safety Officers and Inspectors), e il rappresentante della Dorna Gregorio Lavilla (WSBK Dorna Sporting Director). L’incontro si è svolto in un clima di grande cordialità e collaborazione, con l’obiettivo di individuare eventuali nuove soluzioni che permettano di incrementare la sicurezza della pista di Monza per le competizioni motociclistiche, nella prospettiva di reinserire nel calendario del 2015 dell’Autodromo Nazionale Monza il Round del Campionato Mondiale Superbike ed altre gare di moto. In particolare, dopo un approfondito sopralluogo del circuito, i rappresentanti di FIM e Dorna hanno individuato alcuni punti in cui reputano che l’ampiezza delle vie di fuga dovrebbe essere adeguata alle maggiori velocità attualmente raggiunte dalle moto che corrono nei campionati SBK e Supersport; la SIAS valuterà quali interventi siano idonei a soddisfare questa esigenza, fermo restando che la loro effettuazione dovrà essere sottoposta al benestare della FIA, che dovrà valutarne la compatibilità con le esigenze del Gran Premio d’Italia di Formula 1, ed alle autorizzazioni delle Autorità competenti.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Articolo di tipo Ultime notizie