Melandri: "il prossimo anno? guiderò il motorhome di Rea!"

condividi
commenti
Melandri:
Di: Lorenzo Moro
16 set 2018, 19:21

Melandri ha portato a casa il suo secondo podio consecutivo in Portogallo completando così un weekend che lo ha visto competitivo ed in forma e facendo vedere che, sebbene Rea al momento sia imbattibile, qualcosa da dire ancora ce l'ha.

La moto di Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Podio: il secondo classificato Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing, il secondo classificato Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, il terzo classificato Michael van der Mark, Pata Yamaha
Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Tom Sykes, Kawasaki Racing race start
Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Lorenzo Savadori, Milwaukee Aprilia
Podio: il secondo classificato Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team

Con il terzo posto di oggi Marco Melandri bissa il podio di ieri (ma un gradino più in basso) rendendo in tutto e per tutto un weekend ricco di soddisfazioni quello che si è appena concluso all'Algarve, in Portogallo. Partito dalla terza fila il pilota ravennate ha faticato più di Rea a risalire la china (il campione della Kawasaki alla fine del primo giro transitava giù in terza posizione!) e a liberarsi del traffico ma è riuscito comunque a costruire una gara costante e corposa che lo ha portato a lottare con Davies, che al momento occupava la seconda posizione, a metà gara. Purtroppo però per sorpassare il compagno di squadra che gli ha tirato la staccata di curva 1 anche Melandri è andato un lungo lasciando così aperta la porta a van der Mark che si è infilato a cannone passando entrambi i piloti Ducati in una manovra ai limiti della fisica.

Leggi anche:

Una volta in terza posizione Marco non ne aveva più per andare a prendere un van der Mark veramente veloce che a sua volta si era messo in testa di andare a dar fastidio (senza però riuscirci) a Johnny Rea. Intervistato a fine gara Melandri è apparso di buon umore e soddisfatto dei suoi risultati qui in Portogallo:  "non è stata facile oggi! Fin dall'inizio sono rimasto un po' nel traffico e non è facile quando vedi i tuoi diretti avversari andare via e te non riesci a seguirli. Ho dovuto spingere molto per risalire la classifica forzando molto sull'anteriore e questo a fine gara è stato determinante; una volta in terza posizione non avevo più gomma per forzare ed andare a prendere van der Mark che era velocissimo comunque abbiamo fatto un buon lavoro". Parlando del sorpasso subito da lui e Davies ad opera dell'olandese della Yamaha ha detto: "non mi ero accorto che mentre lottavo con Davies avevo van der Mark attaccato dietro... quando sono andato largo e ho visto sfrecciarmi accanto una moto blu mi sono domandato 'ma cosa sta succedendo?!'... andava veramente forte e noi eravamo fuori dalla traiettoria ideale, per lui è stato facile passarci".

Parlando poi del suo futuro Marco ha lanciato la notizia che tutti aspettavamo circa il suo futuro: "il prossimo anno? guiderò il motorhome di Johnny!". Scherzi a parte, ancora non si sa nulla di cosa farà Melandri il prossimo anno, la speranza è di vederlo ancora parte dei giochi perché, per quanto non più un ragazzino, anche in questo weekend ha dimostrato che lo spettacolo di cui tanto la Superbike ha bisogno passa anche attraverso di lui, del suo personaggio e della sua esperienza.

 

 

Prossimo articolo WSBK
Portimao, Gara 2: Rea vince di nuovo portandosi dietro van der Mark e Melandri

Articolo precedente

Portimao, Gara 2: Rea vince di nuovo portandosi dietro van der Mark e Melandri

Articolo successivo

Rea: “Passare Chaz è stato difficile! A Magny-Cours l’obiettivo è vincere”

Rea: “Passare Chaz è stato difficile! A Magny-Cours l’obiettivo è vincere”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Algarve
Piloti Marco Melandri
Team Ducati Team Acquista adesso
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Intervista