La Yamaha ufficializza il ritorno in SBK con Crescent

Nella stagione 2016 le nuove R1 saranno affidate a Sylvain Guintoli ed Alex Lowes. Pata il main sponsor

La Yamaha ufficializza il ritorno in SBK con Crescent

Dopo settimane, se non mesi, di speculazioni, questa mattina è arrivato l'annuncio ufficiale: la Yamaha torna in veste ufficiale nel Mondiale Superbike nel 2016 e lo fa appoggiandosi al Crescent Racing, squadra che fino a questa stagione gestiva le Suzuki ufficiali, con Pata a fare da main sponsor.

Confermata anche anche la coppia che porterà in pista le due R1. Si tratta del campione 2014 Sylvain Guintoli, reduce da una stagione disastrosa in Honda, e da Alex Lowes, che quindi avrà continuità all'interno della struttura che lo aveva portato sulla scena iridata due anni fa, subito dopo la conquista del titolo della British Superbike.

Per quanto riguarda la divisione delle responsabilità, Yamaha Motor Europe dovrà studiare le strategie e curare lo sviluppo tecnico, Crescent invece sarà la struttura che lavorerà in pista. Si tratta insomma di una partnership simile a quella sviluppata da Aprilia e Gresini in MotoGp.

"Questo è un momento molto importante per noi e stiamo aspettando con ansia di tornare nella competizione più importante per le derivate dalla serie dopo un’assenza di quattro anni" ha spiegato Eric De Seyner, amministratore delegato di Yamaha Motor Europe.

"Dopo aver riscritto la storia del Mondiale Supersport e cambiato le regole del gioco con la nuova YZF-R1, direttamente sviluppata dalla tecnologia MotoGp di Yamaha, era chiaro che avevamo bisogno di tornare nel Mondiale Superbike per mostrare il pieno potenziale della nostra nuova Superbike. Ci siamo presi un anno per fare esperienza con la R1 in altri campionati, nei quali la moto ha già mostrato il suo potenziale, vista anche la grandissima vittoria nella 8 Ore di Suzuka e gli ottimi risultati dei nostri team ufficiali nei vari campionati nazionali europei. Ora siamo pronti a tornare sul palcoscenico mondiale ed abbiamo trovato in Crescent gli stessi valori di professionalità, precisione ingegneristica e passione per le vittorie" ha aggiunto.

condividi
commenti
Althea si lega alla BMW e prende Reiterberger?
Articolo precedente

Althea si lega alla BMW e prende Reiterberger?

Articolo successivo

Dosoli: "I primi test della R1 a novembre in Spagna"

Dosoli: "I primi test della R1 a novembre in Spagna"