La Superbike torna in pista per due giorni di test a Jerez

Il Circuito di Jerez ospita la Superbike per due giorni di test. Presenti in pista tutti i piloti Kawasaki e Yamaha, mentre non ci sarà il team Ducati.

La Superbike torna in pista per due giorni di test a Jerez

A poco meno di un mese dal termine della stagione, la Superbike torna in pista per i primi test del 2021. Nell’attesa che venga reso noto il calendario del prossimo anno, team e piloti si preparano con due giorni di prove sul Circuito di Jerez de la Frontera. Dieci saranno i piloti impegnati in pista per un primo assaggio di 2021.

Sarà presente Jonathan Rea, che non aveva invece preso parte ai primissimi test di Estoril, teatro dell’ultimo round del 2020. Il Campione del mondo in carica torna in sella alla Kawasaki in attesa del nuovo modello con cui dovrà difendere il titolo. Insieme a lui ci sarà il compagno di squadra Alex Lowes, che inizia la seconda stagione nel team giapponese e ha tutto l’interesse a continuare a macinare chilometri per poter fare un ulteriore passo in avanti.

Rivedremo in pista anche Toprak Razgatlioglu, punto di riferimento del team Pata Yamaha. Il turco torna in sella alla sua YZF-R1 ed a fianco a lui troveremo il nuovo compagno di squadra. Andrea Locatelli, dopo un primo shakedown ad Estoril, avrà l’occasione di provare ancora la Yamaha nei due giorni di test a Jerez. Il campione del mondo Supersport può così proseguire l’adattamento alla classe principale delle derivate di serie, in cui debutta proprio nel 2021 con la squadra ufficiale.

Oltre ai due portacolori ufficiali, saranno impegnati nei test anche i due piloti del team GRT. Kohta Nozane debutterà con la Superbike dopo aver trionfato nelle categorie nazionali giapponesi e girerà per la prima volta con la R1 del team indipendente Yamaha. Scenderà in pista anche Garrett Gerloff, grande sorpresa della stagione 2020, con diversi podi all’esordio, e mai troppo lontano dalle moto. Lo statunitense infatti era stato il prescelto per sostituire Valentino Rossi nel primo fine settimana di Valencia, a causa della positività al Covid del Dottore. Gerloff aveva poi lasciato la M1 al #46 il sabato, ma ha comunque provato l’ebbrezza della MotoGP, risalendo in moto dopo non molto tempo dalla fine della stagione Superbike.

Tra i team ufficiali sarà presente anche HRC, che porterà in pista ben tre moto. Nel secondo anno con impegno ufficiale in Superbike, Honda proseguirà il lavoro di sviluppo del grande progetto con Alvaro Bautista e Leon Haslam, i piloti titolari confermati anche per la stagione 2021. Non solo, l’HRC Test Team ha deciso di far girare anche Stefan Bradl, che però sarà in sella ad una MotoGP. Grande impegno per il tedesco, collaudatore del team Repsol Honda nella classe regina del mondiale e sostituto fino a fine stagione dell’infortunato Marc Marquez. Dopo i due giorni di test a Jerez infatti, Bradl volerà a Portimao per l’ultimo appuntamento della stagione MotoGP.

Oltre ai veterani ed i portacolori ufficiali, vedremo anche il debutto di piloti indipendenti: Isaac Vinales sarà in sella alla Kawasaki del team Orelac Racing VerdNatura. Molto attesa è anche la seconda uscita in Superbike di Lucas Mahias, che dal 2021 è in forza al team Puccetti. Il francese era infatti già presente ad Estoril, così come Loris Cresson. Il pilota belga, anche lui in pista nei test portoghesi, torna in sella alla Kawasaki del team Pedercini, con cui però ha già disputato l’ultima gara della stagione 2020.  

condividi
commenti
Furto in casa Rea, rubate le moto per allenarsi
Articolo precedente

Furto in casa Rea, rubate le moto per allenarsi

Articolo successivo

SSP, ufficiale: Odendaal con Bardahl Evan Bros dal 2021

SSP, ufficiale: Odendaal con Bardahl Evan Bros dal 2021
Carica i commenti