Kawasaki conquista il titolo costruttori per il quarto anno consecutivo

condividi
commenti
Kawasaki conquista il titolo costruttori per il quarto anno consecutivo
14 ott 2018, 09:49

Gara 1 in Argentina consegna il campionato al costruttore nipponico, che estende il proprio dominio in Superbike anche nel 2018 e si conferma la più grande forza in campo. Kawasaki batte Ducati con 92 punti di vantaggio

Winner Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Winner Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Winner Jonathan Rea, Kawasaki Racing, third place Toprak Razgatlioglu, Kawasaki Puccetti Racing
Toprak Razgatlioglu, Kawasaki Puccetti Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing

Al circuito San Juan Villicum Jonathan Rea è stato inarrestabile, ha vinto la nona gara consecutiva dominando dal semaforo alla bandiera a scacchi. Sul podio con lui è salito anche uno stratosferico Toprak Razgatlioglu, mentre Tom Sykes ha tagliato il traguardo in sesta posizione. Questo risultato ha consegnato definitivamente il titolo costruttori a Kawasaki, che è campione del mondo Superbike per il quarto anno consecutivo.

Con un totale di 520 punti, Kawasaki conferma il primato anche nel 2018 e lo fa con un round di anticipo rispetto alla fine della stagione. Le difficoltà non sono state poche, il nuovo regolamento ha reso complicato soprattutto l’avvio, ma la squadra ha rimontato arrivando a dominare: quest’anno vanta infatti 29 podi, 16 vittorie e 7 pole position.

15 sono solo i successi di Rea, mentre Sykes è tornato sul gradino più alto del podio in Gara 2 ad Assen. Ma degno di nota è anche l’alfiere del team Puccetti: Toprak Razgatlioglu infatti, al debutto nella categoria delle derivate di serie, ha già conquistato due podi, un secondo posto a Donington ed una splendida terza posizione in Argentina, proprio ieri. Una stagione trionfante dunque per Kawasaki, che continua a dominare in Superbike e lo fa con grandi prove di forza.

Ma l’era moderna è solo il culmine di una carriera ricca di successi: entrata in Superbike nel 1988, Kawasaki è stata protagonista del mondiale per tutti gli anni Novanta, anche se il primo titolo costruttori è arrivato solo negli anni Duemila. La ‘verde’ sta però facendo la storia e vanta ormai 376 podi, 125 vittorie, 120 giri veloci e 80 pole position totali, un’egemonia iniziata con il Mondiale di Tom Sykes nel 2013 e ancora vigente.

Dopo il titolo del britannico, è arrivato il momento di Rea, che continua a battere record e, insieme al compagno di squadra, ha riportato la Kawasaki davanti a tutti. Dal 2015 infatti, nessuno è più riuscito a battere il team, che in Argentina ha conquistato il quarto titolo consecutivo.

Articolo successivo
Melandri: "Il secondo posto è il massimo che potevo fare"

Articolo precedente

Melandri: "Il secondo posto è il massimo che potevo fare"

Articolo successivo

Villicum, Warm-Up: Rea ancora davanti a tutti ma incalzano Razgatlioglu e Melandri

Villicum, Warm-Up: Rea ancora davanti a tutti ma incalzano Razgatlioglu e Melandri
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Villicum
Tipo di articolo Ultime notizie