Kawasaki conclude i test ad Aragon, Rea promuove la ZX-10RR

I due piloti Kawasaki hanno concluso i test a Motorland Aragon, con la seconda giornata caratterizzata da una fitta nebbia che ha condizionato il lavoro. Le prime impressioni della ZX-10RR sono comunque molto positive.

Kawasaki conclude i test ad Aragon, Rea promuove la ZX-10RR

La grande novità della stagione 2021 del mondiale Superbike è rappresentata dalla Kawasaki, che porterà in pista la nuova ZX-10RR chiamata a difendere il titolo. Dopo i test della scorsa settimana a Jerez de la Frontera, abbiamo potuto vederla in azione anche in questi due giorni sul tracciato di Motorland Aragon. La seconda giornata è stata condizionata da una fitta nebbia che però non ha permesso a Jonathan Rea, Alex Lowes e Loris Cresson (in pista con la Kawasaki del team Pedercini) di macinare troppi chilometri.

Nonostante le condizioni meteo avverse, i piloti Kawasaki lasciano Aragon con un bilancio più che positivo. Il tempo fatto segnare ieri da Rea non è stato abbassato a causa dei pochi giri fatti in condizioni non ottimali, ma il lavoro nei box è stato proficuo e la squadra con base a Barcellona può pensare al riposo prima di proiettarsi verso un 2021 che si spera possa tornare alla normalità, pian piano.

Leggi anche:

Al termine del secondo dei due giorni di test, Jonathan Rea si mostra soddisfatto: “Nella seconda giornata non abbiamo fatto molti chilometri. C’era molta nebbia sia la mattina che il primo pomeriggio. Abbiamo finito presto, ma siamo contenti e soddisfatti del nostro programma di test invernali fino ad ora. È stato bello essere così veloci dopo l’Estoril e le nostre prime impressioni della nuova ZX-10RR sono positive. Siamo stati veloci e costanti ed il feeling con la moto migliora giro dopo giro. Non vedo l’ora di tornare a casa e passare del tempo con la mia famiglia. Ora tutto il team e tutte le persone che sono nello staff possono tornare a casa e riposarsi dopo una grande stagione”.

Gli fa eco Alex Lowes, che conclude così la sua prima stagione in Kawasaki ed è pronto ad affrontare il suo secondo anno con il team giapponese: “Sfortunatamente il meteo non è stato dalla nostra parte, ma ieri è stata una buona giornata. Insieme ai due giorni di test a Jerez abbiamo capito quali sono le aree su cui lavorare in vista della stagione 2021. Sono stati dei test positivi ed ora non vedo l’ora di tornare a casa, rilassarmi un po’ e ricaricare le batterie per il prossimo anno”.

condividi
commenti
Test Aragon, Rea: “Buon feeling, il potenziale Kawasaki è ampio”

Articolo precedente

Test Aragon, Rea: “Buon feeling, il potenziale Kawasaki è ampio”

Articolo successivo

Orelac debutta in Supersport nel 2021 e sceglie De Rosa

Orelac debutta in Supersport nel 2021 e sceglie De Rosa
Carica i commenti