Rea esagerato ad Imola: doppietta davanti a Davies. Melandri ko

condividi
commenti
Rea esagerato ad Imola: doppietta davanti a Davies. Melandri ko
Di:
13 mag 2018, 12:01

Il pilota della Kawasaki si è imposto anche in Gara 2, questa volta però al termine di un grande duello con il ducatista. Sykes completa il podio, mentre Melandri è costretto al ritiro per un incidente con Van der Mark alla Rivazza.

La voglia di vincere non è bastata. Forse nulla sarebbe servito oggi per tenere a freno un Jonathan Rea affamato come non mai, un Rea che ha condotto davanti a tutti anche il giro di formazione nonostante dovesse partire nono. Un dominio totale quello del pilota nord irlandese che, dopo il Venerdì ed il Sabato, ha chiuso in testa anche la gara di Domenica. Il campione della Kawasaki, scattato dalla nona piazzola, ha infilato i suoi avversari uno dopo l'altro come impegnato in un piacevole slalom.

Arrivato alle spalle di Chaz Davies gli è rimasto incollato agli scarichi per nove giri, dando però sempre l'impressione di averne molto di più e, a conferma di questo sospetto, sorpassandolo in variante alta a setti giri dalla fina e rifilandogli istantaneamente 4 decimi di distacco, diventati poi 4 secondi alla fine della gara.

Davies, secondo sul traguardo, nulla ha potuto per tenere a bada lo strepitoso rivale della Kawasaki che nonostante ci abbia messo un po' per superarlo ha sempre dato l'idea di averne di più, sembra infatti che Rea abbia voluto un po' giocare con il gallese della Ducati, anche se Chaz ha venduto davvero cara la pelle, con un paio di incroci di traiettoria da antologia del motociclismo. Forse la gara di Davies sarebbe potuta essere un pelo migliore se in partenza non si fosse fatto superare da uno scatenato Michael Ruben Rinaldi che lo ha tenuto dietro per i primi giri di gara impedendogli di andare in fuga e, magari, ritardare così l'arrivo del missile verde con il numero 1 sul cupolino.

Terzo Tom Sykes, autore di una gara in rimonta con la sua Kawasaki e di una bella battaglia con la Ducati privata di Xavi Forés riuscendo alla fine ad avere la meglio sul pilota spagnolo che è passato sul traguardo tirando un pugno di disappunto sul serbatoio della sua Panigale R. Un Tom Sykes purtroppo vittima del suo esagerato compagno di squadra e che fatica a ritornare ai fasti del passato.

Quinto al traguardo Jordi Torres su MV Agusta davanti alla Yamaha R1 di Alex Lowes. A terra invece Marco Melandri, vittima di un Michael van der Mark in versione kamikaze che lo ha centrato (mentre era in quarta posizione) all'entrata della Rivazza, facendo finire la gara di entrambi nel sabbione imolese. Un gran peccato per il pilota ravennate che ci teneva tantissimo a far bene davanti al numeroso pubblico che ha affollato le tribune dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Tra le altre cose, Marco è stato anche portato al centro medico per scrupolo, perché ha preso una brutta botta alla testa e manifestava un po' di nausea, anche se è sempre rimasto cosciente. Non appena possibile, vi daremo aggiornamenti sulle sue condizioni.

Settimo un grande Rinaldi, partito a razzo e capace di condurre la prima parte di gara salvo poi sopperire agli attacchi dei suoi avversari finendo infine a 17 secondi dal primo, tre decimi davanti a Toprak Ratzgatlioglu. Nono il rientrante Eugene Laverty con la Aprilia mentre sono finite in anticipo la gara di Lorenzo Savadori con l'altra Aprilia (caduto in Rivazza) e di Jake Gagne, ritirato con la Honda a conclusione di un weekend da incubo per la casa dell'ala dorata.

A questo punto il campionato prendere una piega decisamente nota: Rea in testa davanti a tutti con 209 punti seguito da Davies a 162 e da Sykes a 137.

Di seguito l'ordine di arrivo della Gara 2 di Imola:

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 19 34'03.420       25
2   7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 19 34'07.439 4.019 4.019   20
3   66 united_kingdom Tom Sykes  Kawasaki 19 34'12.950 9.530 5.511   16
4   12 spain Javier Fores  Ducati 19 34'17.579 14.159 4.629   13
5   81 spain Jordi Torres  MV Agusta 19 34'18.899 15.479 1.320   11
6   22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 19 34'19.582 16.162 0.683   10
7   21 italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 19 34'20.617 17.197 1.035   9
8   54 turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 19 34'20.974 17.554 0.357   8
9   50 united_kingdom Eugene Laverty  Aprilia 19 34'25.751 22.331 4.777   7
10   36 argentina Leandro Mercado  Kawasaki 19 34'33.596 30.176 7.845   6
11   76 france Loris Baz  BMW 19 34'33.687 30.267 0.091   5
12   40 spain Roman Ramos  Kawasaki 19 34'43.481 40.061 9.794   4
13   68 colombia Yonny Hernandez  Kawasaki 19 34'55.393 51.973 11.912   3
14   99 united_states Patrick Jacobsen  Honda 19 34'58.688 55.268 3.295   2
15   37 czech_republic Ondřej Ježek  Yamaha 19 35'12.875 1'09.455 14.187   1
16   91 united_kingdom Leon Haslam  Kawasaki 19 35'47.253 1'43.833 34.378    
  dnf 33 italy Marco Melandri  Ducati 8 11 laps 11 giri 11 giri Accident  
  dnf 60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 8 11 laps 11 giri 0.000 Accident  
  dnf 5 russia Vladimir Leonov  Kawasaki 6 13 laps 13 giri 2 giri Ritirato  
  dnf 32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 4 15 laps 15 giri 2 giri Accident  
  dnf 45 united_states Jake Gagne  Honda 4 15 laps 15 giri 0.000 Ritirato
Articolo successivo
Imola, Warm-up: Rea ancora davanti a tutti, subito dietro Davies

Articolo precedente

Imola, Warm-up: Rea ancora davanti a tutti, subito dietro Davies

Articolo successivo

Davies: "Ho dato il massimo oggi ma non è bastato per vincere "

Davies: "Ho dato il massimo oggi ma non è bastato per vincere "
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie