Furto in casa Rea, rubate le moto per allenarsi

Nella notte, dei ladri si sono introdotti nel capannone del giardino di Rea, rubando le sue moto per allenarsi ed una minimoto del figlio, oltre all’attrezzatura da giardinaggio.

Furto in casa Rea, rubate le moto per allenarsi

Non inizia nel migliore dei modi la settimana di Jonathan Rea, che ha comunicato attraverso i suoi canali di essere stato derubato nella notte tra domenica e lunedì. Il campione del mondo in carica Superbike ha infatti denunciato il furto delle sue moto per allenarsi e della minimoto del figlio Jake.

I ladri sarebbero entrati nella notte nel giardino di casa della leggenda delle derivate di serie, forzando la serratura del capannone e svuotandolo di tutto quanto fosse al suo interno. Come denuncia Rea tramite un tweet, sono state portate via le moto ed anche gli attrezzi da giardino. Su Twitter infatti si legge: “Rubate! La scorsa notte dei ladri sono entrati nel capanno del mio giardino e hanno rubato le mie moto d’allenamento e la moto dei bambini, insieme alle attrezzature da giardinaggio! Per favore, aiutatemi a riavere queste moto!”.

I tweet sono accompagnati dalle foto che mostrano le moto, una delle quali dichiara essere fatta su misura per il figlio maggiore: “Povera prima PW di Jake. Questa era interamente personalizzata, quindi facilmente riconoscibile”. Appassionati e fan hanno risposto su Twitter e condiviso su Instagram le foto, diffondendo così le immagini per aiutare Rea a riavere indietro ciò che gli è stato rubato.

 
 
condividi
commenti
FIM, Dorna e BSB collaborano all'evoluzione della Supersport
Articolo precedente

FIM, Dorna e BSB collaborano all'evoluzione della Supersport

Articolo successivo

La Superbike torna in pista per due giorni di test a Jerez

La Superbike torna in pista per due giorni di test a Jerez
Carica i commenti