WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Ducati, Redding: "C'è da lavorare sul grip al posteriore"

condividi
commenti
Ducati, Redding: "C'è da lavorare sul grip al posteriore"
Di:
30 nov 2019, 10:24

Scott ha trovato aspetti da migliorare sulla Panigale V4 R dopo i test svolti a Jerez de la Frontera. Davies ha lavorato sul set-up di base.

Si sono conclusi oggi sul Circuito di Jerez – Angel Nieto gli ultimi due giorni di test del 2019 per il team Aruba.it Racing - Ducati, con Scott Redding e Chaz Davies, che hanno ottenuto rispettivamente il quinto e nono tempo in sella alle loro Ducati Panigale V4 R.

Sfruttando due giorni ideali in condizioni metereologiche favorevoli, i due piloti britannici hanno portato avanti il programma di prove, concentrandosi sul set-up e testando alcune nuove soluzioni di gomme portate da Pirelli a Jerez de la Frontera.

Scott Redding, miglior tempo in 1’39.466 (70 giri): “Oggi ci siamo focalizzati principalmente per migliorare il grip al posteriore della nostra moto che su questo tracciato non mi ha particolarmente soddisfatto. Grazie al lavoro della squadra alla fine siamo riusciti a trovare qualcosa di interessante. Non siamo ancora dove vorremmo essere, ma stiamo facendo progressi. Oltre a testare i nuovi pneumatici portati da Pirelli, abbiamo migliorato il feeling con l’elettronica, totalmente nuova per me in Superbike. In generale, sono abbastanza contento del test, ho raggiunto un buon feeling con la Panigale V4 R e sappiamo in quale direzione lavorare per la prossima stagione.”

Chaz Davies, miglior tempo in 1’40.000 (77 giri): “È stato un test molto intenso e tutto sommato sono abbastanza soddisfatto. Abbiamo provato molti componenti e ci siamo focalizzati soprattutto per migliorare il nostro set-up di base. Credo che abbiamo raccolto informazioni utili, lavorando soprattutto per migliorare il trasferimento di peso al posteriore e testando nuove soluzioni. Adesso non vedo l’ora di godermi un po’ di riposo che servirà a me e alla squadra per ricaricare le batterie in vista della prossima stagione.”

I protagonisti del Mondiale Superbike torneranno in pista dal 22 al 27 gennaio 2020 quando il team Aruba.it Racing - Ducati sarà impegnato per quattro giorni di test prima a Jerez (Spagna), poi a Portimão (Portogallo). 

Articolo successivo
Test SBK 2020, Jerez: Rea domina, Yamaha progredisce

Articolo precedente

Test SBK 2020, Jerez: Rea domina, Yamaha progredisce

Articolo successivo

Rea fuori dai BBC Awards, i seguaci minacciano il boicottaggio

Rea fuori dai BBC Awards, i seguaci minacciano il boicottaggio
Carica i commenti