Ducati: la Panigale V4 ha esordito nei test SBK di Jerez con Zanetti

64 giri inanellati dalla nuova Rossa, che a Jerez ha girato senza livrea con Lorenzo Zanetti. Foti, team manager Aruba.it-Ducati, ha detto: "La moto per ora è quasi base. Arriveranno nel corso dell'anno tanti aggiornamenti".

Ducati: la Panigale V4 ha esordito nei test SBK di Jerez con Zanetti

Il 23 gennaio è stata una giornata molto importante per Ducati Corse, perché ha fatto il suo esordio la nuova Panigale V4, che il team di Borgo Panigale ha affidato all'ex pilota del team Reparto Corse MV Agusta di World Supersport 600, Lorenzo Zanetti.

Il pilota italiano, nella prima giornata di test invernali 2018 della Superbike, ha inanellato ben 64 passaggi sul traguardo con il suo esemplare 4 cilindri - distinguibile perché senza livrea - ottenendo il 15esimo tempo in 1'41"665, a 1"8 da Jonathan Rea. L'obiettivo non era certo trovare il tempo, bensì iniziare a capire il comportamento della nuova creatura bolognese e iniziare a sgrossarla.

Serafino Foti, team manager dell'Aruba.it Racing - Ducati Superbike, ha parlato ai microfoni di worldsbk.com riguardo la nuova moto, che ha esordito in una versione molto vicina a quella base.

"Questo è il nostro primo test, abbiamo inziato presto lo sviluppo della moto perché vogliamo arrivare pronti nel 2019. La moto che usiamo in questi test di Jerez è molto vicina a quella base, dunque dovremo lavorare su ogni aspetto della moto, motore, elettronica e ciclistica".

"Il lavoro da fare è tanto, ma sino a ora siamo abbastanza contenti di quello che abbiamo ottenuto. Avremo nuovi step d'evoluzione da provare nel corso della stagione, inserendoli nella moto. Tra qualche mese saremo certamente più pronti".

Foti ha poi spiegato per quale motivo abbiano puntato su Lorenzo Zanetti in questa prima fase di sviluppo della moto e quando i piloti titolari potrebbero prendere confidenza per la prima volta con il prototipo della Panigale V4 versione Superbike.

"Avendo una moto per ora molto simile a quella base, Zanetti va benissimo. Le sue competenze di aiuteranno in questa prima parte di sviluppo. Nel corso della stagione valuteremo se sarà il caso di impiegare uno degli 8 giorni di test a disposizione dei piloti ufficiali per far provare la moto a Davies e Melandri. Qualora dovessimo decidere di farli provare, sarà verso l'ultima parte della stagione 2018".

condividi
commenti
Test Jerez, Giorno 1: Rea subito un fulmine. Debutto della Ducati V4
Articolo precedente

Test Jerez, Giorno 1: Rea subito un fulmine. Debutto della Ducati V4

Articolo successivo

Test Jerez, Giorno 2: svetta Sykes, ma stupiscono Canepa e Camier

Test Jerez, Giorno 2: svetta Sykes, ma stupiscono Canepa e Camier
Carica i commenti