Ducati, Davies vuole cogliere la prima vittoria della carriera a Donington

condividi
commenti
Ducati, Davies vuole cogliere la prima vittoria della carriera a Donington
Di: Lorenzo Moro
22 mag 2018, 15:07

Il sesto round del mondiale Superbike sarà una tappa fondamentale per il team di Borgo Panigale, in cerca di conferme contro una Kawasaki fortissima.

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Xavi Fores, Barni Racing Team
Xavi Fores, Barni Racing Team, Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Michael Ruben Rinaldi, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Michael Ruben Rinaldi, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Marco Melandri, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Michael Ruben Rinaldi, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team

Dopo una partenza a tutto gas con la vittoria in entrambe le gare di Phillip Island la Ducati pare essersi un po' arenata e, alla vigilia del sesto round, si ritrova ad essere inseguitrice di un Jonathan Rea che, in sella alla sua ZX-10RR, ad Imola ha dato una prova di forza incredibile.

I piloti ufficiali Ducati Marco Melandri, Chaz Davies ed il debuttante Michael Ruben Rinaldi sono quindi chiamati a riscattare la casa di Borgo Panigale e a rallentare la fuga del solito Johnny Rea. Donington non sarà però una gara facile per il trio di piloti Ducati. Su questo tracciato infatti Davies non ha mai vinto mentre Melandri lo ha fatto sì, ma nel 2012 l'ultima volta. Sarà quindi un weekend di duro lavoro per ricucire il divario che si è aperto con la Kawasaki dopo i test di Brno che, come verificato ad Imola, hanno dimostrato quanti passi avanti abbia fatto la verdona di Akashi. 

Quella di Donington inoltre sarà la gara di casa per Davies che correrà davanti a moltissimi suoi fan, lui stesso ha dichiarato: "Donington è una pista che mi piace, e l'atmosfera è fantastica perché in un certo senso è la mia gara di casa e, con tanti piloti del Regno Unito a lottare per le prime posizioni in Superbike, il tifo della gente si fa sentire. Vi ho corso la prima volta nel 1999, ottenendo dei bei risultati nelle classi minori ma non ancora in Superbike. Ci siamo progressivamente avvicinati ai nostri rivali su questo tracciato, migliorando di anno in anno, quindi l'obiettivo è di fare un altro passo avanti per coronare degnamente il fine settimana".

Molto fiducioso anche Marco Melandri, reduce da alcuni test al Mugello che paiono aver infuso buone speranze nel pilota ravennate.

"La pista di Donington mi piace molto e in passato vi ho ottenuto dei bei risultati. Non è stato questo il caso lo scorso anno, ma allora eravamo appena entrati in un momento di difficoltà mentre oggi siamo più consapevoli dei nostri punti di forza e degli aspetti da migliorare. Pare che il meteo potrebbe essere clemente, il che è un buon punto di partenza, ed anche il nostro pacchetto è sempre più a punto, anche se i nostri diretti rivali sembrano essere migliorati ancora. Nei test al Mugello abbiamo avuto alcune conferme importanti, non vedo l'ora di tornare a gareggiare". 

Sarà una gara molto importante anche per Rinaldi che, in continuo miglioramento (non dimentichiamo i primi giri di Gara 2 ad Imola in testa), può essere una pedina molto importante per far da spalla ai due compagni di squadra e magari togliere qualche punto ai diretti rivali. Queste le sue dichiarazioni:

"Con tre round alle spalle, io e la squadra abbiamo accumulato sempre più esperienza. Imola ha rappresentato un altro weekend positivo, ed ora andiamo a Donington, una pista che mi piace, con più dati a nostra disposizione e l'obiettivo di avvicinarci ulteriormente ai migliori. Il nostro livello è in crescita e dobbiamo semplicemente continuare su questo percorso, lavorando soprattutto sul passo gara. Sono fiducioso".

Articolo successivo
Fotogallery: un ricordo di Nicky Hayden a un anno dalla scomparsa

Articolo precedente

Fotogallery: un ricordo di Nicky Hayden a un anno dalla scomparsa

Articolo successivo

Niccolò Canepa a Donington con la terza Yamaha R1 ufficiale

Niccolò Canepa a Donington con la terza Yamaha R1 ufficiale
Carica i commenti