Donington, Gara 2: straordinaria doppietta di Van der Mark con la R1!

condividi
commenti
Donington, Gara 2: straordinaria doppietta di Van der Mark con la R1!
Lorenzo Moro
Di: Lorenzo Moro
27 mag 2018, 13:48

Michael van der Mark sigla la seconda vittoria di fila a Donington, regalando alla Yamaha un insperato secondo successo consecutivo. Secondo Razgatlioglu, terzo Rea.

Capolavoro di Micheal Van der Mark che, a nemmeno 24 ore di distanza da Gara 1 di ieri, ha regalato alla Yamaha la seconda vittoria consecutiva in Superbike andando a vincere anche Gara 2 a Donington Park davanti ad un incredibile Toprak Razgatlioglu e ad un super combattivo Jonathan Rea.

Al termine di una gara memorabile l'olandese volante della Yamaha è riuscito nella titanica impresa di portare a vincere la Yamaha R1, dopo tre anni di sviluppo e problemi, confermando la bontà del pacchetto messo assieme dalla casa dei tre diapason. Grande prova di intelligenza oltre che di talento del giovane pilota olandese che è stato - un po' come ieri - quasi tutta la gara alle spalle dei primi due (ieri Rea e Sykes, oggi Rea e Lowes), lasciando che si scannassero per bene per poi sorprenderli sul finale ed involarsi verso la vittoria senza lasciare il minimo spazio di replica ai suoi avversari.

Grandissima gara anche del campione della Kawasaki Jonathan Rea il quale ha dato vita ad una grande rimonta sfociata poi in una bellissima battaglia per la prima posizione con Alex Lowes, battaglia che però, un po' come successo in Gara 1, ha messo in crisi la resistenza del suo pneumatico posteriore, rendendo infine Rea facile preda di un arrembante Toprak Razgatlioglu, incredibile secondo al traguardo, prima vittoria di un turco nella storia di questo campionato. Resiste quindi il record di vittorie di King Carl Fogarty che, per altre due settimane almeno, può dormire sereno.

Grandissimo quindi Razgatlioglu che, dopo aver brillato nel Warm Up, ha dato vita ad una grande gara (scattava dalla decima posizione) superando via via i suoi avversari e presentandosi secondo all'appuntamento con la bandiera a scacchi. Occasione invece sprecata per Alex Lowes che, dopo aver condotto quasi tutta la gara non è riuscito a rimanere competitivo per tutta la durata della stessa ritrovandosi a correre di conserva gli ultimi 4 giri, arrivando infine quarto al traguardo. 

Dietro la Yamaha dell'eroe locale Lowes è arrivato, quinto, Chaz Davies con la sua Ducati Panigale R. In difficoltà per tutto il weekend Chaz è riuscito oggi a metterci una pezza ed a mantenere - questo anche grazie a Van der Mark e Razgatlioglu - il distacco in classifica con Rea entro un certo limite.

Sesto Tom "SuperpoleMan" Sykes, in ombra rispetto a ieri, immediatamente davanti ad uno straordinario Lorenzo Savadori che ha fatto sognare tutti i fan della Aprilia completando il primo giro in testa alla corsa ed i successivi sette in terza posizione salvo poi affondare verso la settima posizione finale. Ottavo Camier con la honda CBR davanti alla MV Agusta di Jordi Torres.

Peccato per Leon Haslam, caduto mentre era in seconda posizione all'inizio della gara, weekend invece è da dimenticare per Xavi Forés, ritirato anche oggi, e per Michael Rinaldi, abbandonato dalla sua Ducati prima ancora della partenza e anche per Eugene Laverty, ritirato a causa di alcuni problemi tecnici sulla sua RSV4.

Con i risultati di oggi la classifica mondiale cambia portando in terza posizione Michael van der Mark con 163 punti, alle spalle di Chaz Davies, secondo a 181 e Jonathan Rea in fuga a 245 punti.

Questo l'ordine di arrivo di Gara 2 della Superbike a Donignton:

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 23 34'02.406       25
2   54 turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 23 34'04.734 2.328 2.328   20
3   1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 23 34'05.020 2.614 0.286   16
4   22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 23 34'05.300 2.894 0.280   13
5   7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 23 34'07.203 4.797 1.903   11
6   66 united_kingdom Tom Sykes  Kawasaki 23 34'10.630 8.224 3.427   10
7   32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 23 34'11.575 9.169 0.945   9
8   2 united_kingdom Leon Camier  Honda 23 34'20.894 18.488 9.319   8
9   81 spain Jordi Torres  MV Agusta 23 34'22.370 19.964 1.476   7
10   76 france Loris Baz  BMW 23 34'22.613 20.207 0.243   6
11   33 italy Marco Melandri  Ducati 23 34'26.209 23.803 3.596   5
12   36 argentina Leandro Mercado  Kawasaki 23 34'31.251 28.845 5.042   4
13   45 united_states Jake Gagne  Honda 23 34'32.147 29.741 0.896   3
14   41 united_kingdom Luke Mossey  Kawasaki 23 34'33.562 31.156 1.415   2
15   28 united_kingdom Bradley Ray  Suzuki 23 34'35.727 33.321 2.165   1
16   99 united_states Patrick Jacobsen  Honda 23 34'36.581 34.175 0.854    
17   37 czech_republic Ondřej Ježek  Yamaha 23 34'49.756 47.350 13.175    
18   94 italy Niccolo Canepa  Yamaha 23 34'50.107 47.701 0.351    
19   44 united_kingdom Gino Rea  Suzuki 23 34'59.771 57.365 9.664    
  dnf 55 united_kingdom Mason Law  Kawasaki 16 7 laps 7 giri 7 giri Ritirato  
  dnf 50 united_kingdom Eugene Laverty  Aprilia 15 8 laps 8 giri 1 giro Ritirato  
  dnf 40 spain Roman Ramos  Kawasaki 14 9 laps 9 giri 1 giro Ritirato  
  dnf 12 spain Javier Fores  Ducati 13 10 laps 10 giri 1 giro Ritirato  
  dnf 91 united_kingdom Leon Haslam  Kawasaki 8 15 laps 15 giri 5 giri Ritirato  
  dnf 21 italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 0 23 laps 23 giri 8 giri Ritirato

 

Prossimo articolo WSBK

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Donington Park
Location Donington Park
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Gara