Doccia fredda Laverty: RC Squadra Corse non corre ad Assen!

Il team RC Squadra Corse ha annunciato che salterà il round di Assen in programma questo fine settimana, dunque Eugene Laverty non sarà in pista. Il team satellite BMW non fornisce troppe spiegazioni, parlando di una riorganizzazione interna per poter rientrare il prima possibile in Superbike.

Doccia fredda Laverty: RC Squadra Corse non corre ad Assen!

La stagione 2021 era iniziata in maniera burrascosa per il team RC Squadra Corse, che nei test invernali di Barcellona non si era presentato lasciando il suo pilota Eugene Laverty ad attendere nel box, ma ora è arrivata la tegola per l’irlandese. La squadra non correrà ad Assen e l’alfiere BMW si trova senza sella a metà 2021.

A dare l’annuncio è lo stesso team, che alla vigilia del round olandese ha diramato un comunicato in cui rende ufficiale il forfait ad Assen senza però dare spiegazioni né entrare nei dettagli. BMW dunque si trova sguarnita di uno dei due team satelliti inseriti proprio quest’anno con l’obiettivo di crescere in Superbike.

Il comunicato arriva come una doccia fredda, anche se le difficoltà dell’inverno e di inizio stagione erano state evidenti e importanti. Il team parla di ristrutturazione interna, con il forfait di Assen che si è reso necessario e che ha come obiettivo il rientro nel campionato quanto prima.

Il comunicato recita: “Il team RC Squadra Corse non prenderà parte al quinto round del campionato mondiale Superbike, in programma sul circuito di Assen questo fine settimana. Ragioni interne al team hanno forzato a prendere questa decisione, arrivati a questo punti del calendario, una ristrutturazione del progetto si è resa necessaria per un corretto prosieguo della stagione. Il processo di ristrutturazione è già in corso con l’obiettivo di ricominciare la stagione nel WorldSBK il prima possibile”.

Roberto Pegero, Team Manager di RC Squadra Corse, dichiara: “Siamo molto dispiaciuti, è stata una decisione difficile, ma dopo alcune riunioni con BMW Motorrad abbiamo optato per fermarci e non essere presenti al Round di Assen. Siamo all’inizio del nostro progetto e dobbiamo necessariamente lavorare e riconfigurare la nostra struttura. Ripeto, siamo molto dispiaciuti per questa assenza, sappiamo di avere un’opportunità importante con BMW Motorrad Europe ed Eugene, abbiamo dimostrato di essere competitivi e dobbiamo strutturarci in ogni settore per ritornare ad esserlo nel WorldSBK”.

condividi
commenti
Ducati cerca il riscatto ad Assen con Redding e Rinaldi
Articolo precedente

Ducati cerca il riscatto ad Assen con Redding e Rinaldi

Articolo successivo

WSBK: Garrett Gerloff rinnova con Yamaha per il 2022

WSBK: Garrett Gerloff rinnova con Yamaha per il 2022
Carica i commenti