Davies: “Il rinnovo? Ancora non so nulla, devo guardarmi intorno”

Il contratto di Chaz Davies scade alla fine della stagione, vorrebbe rimanere con Ducati, ma il team di Borgo Panigale non hanno ancora fatto un’offerta di rinnovo.

Davies: “Il rinnovo? Ancora non so nulla, devo guardarmi intorno”

Chaz Davies guida per il team ufficiale Ducati nel mondiale Superbike dal 2014. Per anni, il gallese è stato la punta di diamante del team di Borgo Panigale ed il più grande avversario di Jonathan Rea. Ma con il passaggio dal motore V2 al motore V4, Davies sembra aver perso la competitività che lo caratterizzava. Al momento infatti non è chiaro se Davies correrà con Ducati nel 2021.

Il pilota spiega la situazione: “Li sto aspettando. I colloqui sono in corso, ma nulla è stato ancora discusso nel dettaglio. Ci sono molte cose di cui parlare, ma vorrei restare. Ad ogni modo non sono sposato con la Ducati. Devo guardarmi intorno, non ho ancora ricevuto alcun feedback concreto”.

“Posso solo aspettare un certo periodo di tempo e poi cercare altre opzioni. Certo, sono molto felice di essere qui. Mi piacciono le persone, sono in questo team da molto tempo, ma al momento la decisione non è nelle mie mani”.

Alla ripartenza del mondiale a Jerez, Davies si è presentato in buona forma nelle sessioni di prove libere. In Andalusia ha incontrato anche una vecchia conoscenza: Marco Melandri celebra il suo ritorno e guida anche una Ducati Panigale V4R. Ci sono state alcune battaglie verbali tra Davies e Melandri l'anno scorso.

Sul ritorno in pista di Melandri, Davies afferma: “È buono per lui. Posso immaginare che rinunciare a ciò che ha fatto sia doloroso. Sì, è una buona cosa per lui. Io e Marco ci siamo scontrati qui in gara. Ma quando eravamo compagni di squadra, non c'erano problemi. Avevamo una buona relazione. L'unica discussione animata era qui”.

E cosa pensa della situazione di Leon Camier, con il quale trascorre anche molto tempo lontano dalle gare?: “Deve tenere la spalla sotto controllo in modo da poter fare 20 giri. Leon è un tipo duro. Se capisce correttamente il problema con la spalla, lavorerà per risolverlo. Ma non è ancora chiaro qual è il problema”.

condividi
commenti
SBK, Jerez, Libere 3: svetta van der Mark, Rea insegue
Articolo precedente

SBK, Jerez, Libere 3: svetta van der Mark, Rea insegue

Articolo successivo

SBK, Jerez: prima stratosferica Superpole per Redding

SBK, Jerez: prima stratosferica Superpole per Redding
Carica i commenti