Bongers esclusivo: "Ecco come migliora la BMW M1000RR"

In un'intervista esclusiva, il direttore di BMW Motorradsport Marc Bongers parla dello sviluppo della M1000RR Superbike e dei miglioramenti per la stagione 2021.

Bongers esclusivo: "Ecco come migliora la BMW M1000RR"

Con la M1000RR, BMW ha presentato un nuovo modello per il Campionato del Mondo Superbike. Il primo modello M nella storia delle motociclette BMW condivide la base con la S1000RR, ma il motore, la geometria e l'aerodinamica sono stati sviluppati in modo più coerente per le corse.

Abbiamo parlato in esclusiva con Marc Bongers, direttore di BMW Motorradsport, della passata stagione Superbike, dei deficit della S1000RR e delle innovazioni della nuova M1000RR per la stagione 2021.

La scorsa stagione BMW ha lottato per eguagliare i risultati della positiva stagione di debutto della nuova S1000RR. Tom Sykes ha concluso l’anno al dodicesimo posto nella classifica generale, mentre il compagno di squadra Eugene Laverty ha chiuso in quindicesima posizione. “È stata una stagione difficile – ammette Bongers, che menziona le aree problematiche dell'ormai scartata S1000RR – L’anno scorso abbiamo avuto problemi con temperature elevate e su piste con poca aderenza”.

Il calendario 2020 ha influito sulle prestazioni di BMW?
“Nella stagione 2019, Jerez o Portimao erano le piste che non ci andavano bene. Non eravamo preparati per questo. Abbiamo sempre raggiunto il podio con basse temperature o condizioni di pioggia. Eravamo forti a Imola, Donington, Assen, Laguna Seca e Magny- Cours. Quest’anno non siamo stati su molte di queste piste ad eccezione di Magny-Cours. È iniziata molto bene lì, ma è finita disastrosamente”.

Tom Sykes

WSBK 2019/2020: Bei Hitze und wenig Haftung kämpfte BMW mit Problemen

Foto: BMW

“Per il 75% della stagione in Spagna e Portogallo abbiamo guidato in condizioni estive. A Jerez faceva molto caldo, così come a Portimao e Aragon. Anche i tracciati con lunghi rettilinei ci hanno causato problemi perché avevamo ancora dei deficit in termini di prestazioni del motore. Abbiamo imparato molto e siamo migliorati in queste condizioni difficili”.

Marc Bongers

BMW-Motorradsport-Chef Marc Bongers im Gespräch mit Teammanager Shaun Muir

Foto: Motorsport Images

Nel campionato costruttori, la BMW è rimasta dietro rispetto alla Honda
“I rivali sono diventati fortissimi. Honda è entrata con un buon pacchetto. Inoltre, Rinaldi era molto forte. Non era più così facile entrare nella top 10. Ovviamente il nostro obiettivo era confermare i risultati del 2019 e lo facciamo ancora, per andare avanti. Non siamo riusciti a farlo in questa stagione abbreviata dopo la ripartenza”.

La stagione 2020 ha rappresentato un importante anno di apprendimento per BMW
“Siamo stati in grado di imparare e preparare molte cose per il 2021. Speriamo di poter fare il passo successivo con la M1000RR. Abbiamo fatto progressi quest'anno in termini di elettronica e geometria. Con un nuovo manubrio e nuovi deflettori dei montanti, siamo stati in grado di aggiungerne altri per le alte temperature. Siamo riusciti a capirlo meglio”.

La nuova M1000RR è la speranza di BMW per il Mondiale Superbike
“Il telaio è diverso. Ha una geometria diversa. La posizione del punto di articolazione è diversa. Questo dovrebbe darci più libertà nel Mondiale Superbike. Ma sarà anche un vantaggio per i campionati pole e track day. Anche il cannotto di sterzo è stato modificato. Questo dovrebbe fornire maggiore stabilità alle alte velocità. Questa è un’area che è stata notevolmente migliorata rispetto alla S1000RR”.

BMW M1000RR Winglets

Die Winglets der BMW sind nicht so radikal wie die der Ducati

Foto: BMW

Alette più efficaci che sulla Ducati Panigale V4R?
“Il cambiamento più evidente sono probabilmente le alette. Forniscono una certa quantità di carico aerodinamico. Usiamo le alette 1:1 sulla superbike. Questo è stabilito dal regolamento. Possiamo facilmente cambiare l'angolo delle alette per adattarle alla geometria della Superbike, la moto è leggermente diversa dalla M1000RR di serie”.

Ducati è stata pioniera nel campo dell'aerodinamica nella stagione 2019. Rispetto alle ali Ducati, le alette BMW appaiono meno radicali. Ciò presenta vantaggi e svantaggi.
“Le nostre alette non sono così radicali come quelle di alcuni dei nostri concorrenti. Ciò influisce sul carico aerodinamico e sulla resistenza dell’aria. Fondamentalmente, siamo più efficaci quando si tratta del rapporto. Abbiamo provato diverse varianti durante lo sviluppo. Questa è in definitiva la migliore di tutte le varianti”.

Michael van der Mark

Mehr PS und bessere Übersetzung: Kann BMW auf den Geraden mithalten?

Foto: BMW

Anche il motore della M1000RR è stato migliorato. Nella produzione di serie, BMW parla di 212 CV a 14.500 giri al minuto. Per fare un confronto: l'S1000RR produce 207 CV a 13.500 giri al minuto.

“Speriamo di poter fare almeno lo stesso salto nel Mondiale Superbike come abbiamo fatto nella produzione di serie – commenta Bongers, che vede un’altra possibilità per un aumento delle prestazioni – Abbiamo un’altra possibilità per il prossimo anno di utilizzare il rapporto di trasmissione Puoi farlo solo una volta all'anno nel Campionato del Mondo Superbike. Abbiamo anche rilevato dei deficit su alcune piste”.

“Non potevamo cambiarlo durante la stagione. Durante lo stop per il coronavirus abbiamo avuto più tempo per fare analisi. Abbiamo fatto un ampio studio e definito un nuovo cambio per il 2021. Quello in combinazione con il nuovo motore M, che non solo ha più potenza ma anche una gamma di velocità più ampia dovrebbe permetterci di recuperare il ritardo”.

Nella nuova stagione, la BMW gareggia con Tom Sykes e Michael van der Mark. Eugene Laverty rimane con la famiglia BMW e correrà per il team indipendente RC Squadra Corse. Ci sarà anche Jonas Folger, in fornza al Bonovo Action Team con la M1000RR.

condividi
commenti
SSP: CM Racing debutta nel mondiale con Bernardi
Articolo precedente

SSP: CM Racing debutta nel mondiale con Bernardi

Articolo successivo

Niki Tuuli torna in SSP con MV Agusta nel 2021

Niki Tuuli torna in SSP con MV Agusta nel 2021
Carica i commenti