Barcellona, Gara 1 bagnata: Redding guida la tripletta Ducati

Scott Redding trionfa in una Gara 1 bagnata e imprevedibile, guidando una splendida tripletta Ducati. Axel Bassani sale sul podio con una meravigliosa seconda posizione, mentre Michael Ruben Rinaldi chiude il podio nonostante un problema alla visiera. Jonathan Rea è quarto ma torna leader approfittando dello zero di Toprak Razgatlioglu, fermato da un problema tecnico.

Barcellona, Gara 1 bagnata: Redding guida la tripletta Ducati

La pioggia è grande protagonista del sabato di Barcellona e, dopo aver condizionato la prima manche della Supersport, cambia le carte in tavola di Gara 1 della Superbike, dichiarata bagnata. Queste condizioni complicate esaltano Scott Redding, che si impone con una grande prova di forza, disputando una splendida gara in rimonta e guidando una storica tripletta: Ducati, per la prima volta da Gara 1 di Assen 2012, monopolizza il podio sotto l’acqua grazie alla prestazione eccellente di Axel Bassani, secondo, e di uno stoico Michael Ruben Rinaldi.

Decisamente opaco nei primi giri, Redding trova la quadra nelle fasi finali, inanellando una serie di giri veloci che gli permettono di recuperare posizioni con il passare delle curve. Il britannico della Ducati vola fino a insidiare le posizioni di testa e si prende il comando negli ultimi giri, vincendo con poco più di un secondo di vantaggio sul primo degli inseguitori.

Questo è Axel Bassani, che difficilmente dimenticherà Barcellona. Il pilota più giovane della griglia sale sul secondo gradino del podio, ottenendo il suo miglior risultato stagionale e confermandosi un grande talento. Alle spalle di Bassani troviamo Michael Ruben Rinaldi, stoico a portare a termine una gara complicatissima: il pilota romagnolo completa la tripletta Ducati nonostante la visiera un po’ appannata che ha reso difficile guidare. Rinaldi è comunque sul podio e paga 2.3 secondi dal vincitore.

Resta ai piedi del podio Jonathan Rea, dominatore delle prime fasi di gara ma solo quarto al traguardo. Il pilota Kawasaki non riesce a sfruttare le sue qualità sul bagnato e si deve piegare allo strapotere Ducati. Tuttavia, il campione del mondo in carica si riprende la testa del mondiale approfittando del passo falso Yamaha: nella gara in cui sfoggiava la livrea celebrativa dei 60 anni Yamaha, Toprak Razgatlioglu è stato tradito da un problema tecnico proprio mentre era al comando della gara. Dopo un grande duello con Bassani nei primi giri e uno strappo a metà gara che gli ha consentito di andare in testa, il turco perde una grande occasione e la leadership del mondiale.

Rea è quarto ma deve difendersi da Michael van der Mark, veloce e pericoloso ma poi solo quinto alla bandiera a scacchi. L’olandese è il migliore dei piloti BMW, mentre Tom Sykes, partito dalla prima casella, si deve accontentare dell’ottava posizione. Tra i due piloti della Casa bavarese si inseriscono Alex Lowes e Leon Haslam, sesto e settimo rispettivamente. Chiudono la top 10 Alvaro Bautista, nono, e Chaz Davies, decimo.

Sabato da dimenticare per Garrett Gerloff, che non prende parte a Gara 1 a causa di una scivolata nel giro di formazione. Lo statunitense cade alla Curva 10 e distrugge la sua Yamaha con livrea speciale. Niente da fare per Gerloff, che non riporta conseguenze ma non può schierarsi in griglia.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 20 -       25
2   47 Italy Axel Bassani Ducati 20 1.577 1.577 1.577   20
3   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 20 2.326 2.326 0.749   16
4   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 20 4.554 4.554 2.228   13
5   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 20 6.518 6.518 1.964   11
6   22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 20 8.514 8.514 1.996   10
7   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 20 12.695 12.695 4.181   9
8   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 20 15.346 15.346 2.651   8
9   19 Spain Alvaro Bautista Honda 20 16.938 16.938 1.592   7
10   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 20 33.386 33.386 16.448   6
11   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 20 33.394 33.394 0.008   5
12   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 20 34.169 34.169 0.775   4
13   44 France Lucas Mahias Kawasaki 20 34.565 34.565 0.396   3
14   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 20 44.546 44.546 9.981   2
15   36 Argentina Leandro Mercado Honda 20 58.200 58.200 13.654   1
16   76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 20 > 1'        
17   23 France Christophe Ponsson Yamaha 20 > 1'        
18   84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 20 > 1'        
19   94 Germany Jonas Folger BMW 20 > 1'        
20   83 Australia Lachlan Epis Kawasaki 19 1 lap        
  dnf 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 0       Ritirato  
  dnf 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 0       Ritirato
condividi
commenti
SSP, Barcellona: Krummenacher vince una folle Gara 1 umida
Articolo precedente

SSP, Barcellona: Krummenacher vince una folle Gara 1 umida

Articolo successivo

Redding: “Vittoria inaspettata, ma voluta: o vincevo o cadevo”

Redding: “Vittoria inaspettata, ma voluta: o vincevo o cadevo”
Carica i commenti