WSBK
28 feb
-
01 mar
Evento concluso
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
38 giorni
G
Aragon
22 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
52 giorni
G
Misano
12 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
73 giorni
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
94 giorni
G
Oschersleben
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
122 giorni
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
143 giorni
G
Algarve
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
157 giorni
G
Barcelona
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
171 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
185 giorni
G
Villicum
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
192 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
206 giorni

Aragon, Warm-Up: è sfida tra Rea e Davies, staccati gli altri

condividi
commenti
Aragon, Warm-Up: è sfida tra Rea e Davies, staccati gli altri
Di:
15 apr 2018, 08:38

Warm-Up sul circuito di Aragon che vede Rea davanti a tutti insidiato solo dalla Ducati di Davies. Più indietro la Ducati di Melandri che però scatterà dalla pole position.

È la Kawasaki di Jonathan Rea ad aprire la classifica al termine del warm-up in vista di Gara 2 sul circuito di Aragon. Non hanno quindi trovato conferma le ansie che aveva esposto ieri il vincitore di Gara 1 che si era detto dubbioso circa le prestazioni della sua Kawasaki in vista delle temperature odierne. Temperature più calde (circa 7°C in più rispetto a ieri, con il sole che splende sul circuito) che non sembrano aver inficiato le prestazioni della verdona nelle mani del campione del mondo in carica, insidiato ma mai superato, solo dalla Ducati Panigale di Chaz Davies, veramente determinato nel non voler lasciare scappare il pilota nord irlandese, che ha concluso il Warm-Up a poco più di un decimo (+1"135) dalla vetta.

Sono proprio le particolari condizioni climatiche che abbiamo visto durante tutto il weekend, sempre diverse ed estremamente variabili, che stanno rendendo ogni sessione in pista completamente imprevedibile rendendo determinante la corretta scelta delle gomme in vitsa della gara che si prospetta molto più calda rispetto a ieri.

Al termine del warm-up il gruppo degli inseguitori è capitanato dalla Yamaha R1 di Alex Lowes staccato di quasi mezzo secondo (+0"497) ed inseguito a ruota dalla MV Agusta di Jordi Torres, staccato dal codone della R1 di appena 85 millesimi. Un Torres in forma dopo il brutto incidente che lo ha visto innocentemente coinvolto ieri in Gara 1 che ha, purtroppo, mandato Loen Camier all'ospedale con qualche costola rotta e completamente distrutto la quattro cilindri italiana. Primo gruppetto chiuso dalla Kawasaki di Sykes, staccato dal quarto di 179 millesimi.

Il pacchetto di mischia è poi composto da Van der Mark (+0"777), Savadori (+1"274), Giugliano (+1"287) ed in nona posizione la grande sorpresa di ieri Xavi Forès, staccato di +1"355. Un secondo gruppo di inseguito molto vario e compatto che promette di fare scintille in gara e che probabilmente contiene qualche pilota che potrebbe anche pensare, specialmente nelle prima parti di gara, di andare ad impensierire la coppia di testa che scatteranno dall'ottava posizione Davies e dalla nona Rea.

Più indietro invece Marco Melandri e la sua Ducati che, dopo aver brillato in tutto il weekend di prove libere e le qualifiche di ieri, appare un po' più in difficoltà dopo i problemi riscontrati ieri in Gara 1 e che gli hanno fatto concludere il Warm-up con un importante distacco di +1"745 dal primo. Un Melandri che partirà in pole position in Gara 2 e che dovrà trovare il ritmo fin da subito per evitare la fuga e l'assedio di tutto il gruppone dietro di lui che sembra averne di più.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 7 1'50.893     164.818
2 7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 7 1'51.028 0.135 0.135 164.617
3 22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 7 1'51.390 0.497 0.362 164.082
4 81 spain Jordi Torres  MV Agusta 7 1'51.475 0.582 0.085 163.957
5 66 united_kingdom Tom Sykes  Kawasaki 7 1'51.654 0.761 0.179 163.694
6 60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 7 1'51.670 0.777 0.016 163.671
7 32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 7 1'52.167 1.274 0.497 162.946
8 34 italy Davide Giugliano  Aprilia 7 1'52.180 1.287 0.013 162.927
9 12 spain Javier Fores  Ducati 7 1'52.248 1.355 0.068 162.828
10 76 france Loris Baz  BMW 7 1'52.369 1.476 0.121 162.653
11 33 italy Marco Melandri  Ducati 5 1'52.638 1.745 0.269 162.264
12 45 united_states Jake Gagne  Honda 5 1'52.657 1.764 0.019 162.237
13 40 spain Roman Ramos  Kawasaki 6 1'52.897 2.004 0.240 161.892
14 36 argentina Leandro Mercado  Kawasaki 7 1'52.940 2.047 0.043 161.831
15 68 colombia Yonny Hernandez  Kawasaki 7 1'53.002 2.109 0.062 161.742
16 21 italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 6 1'53.125 2.232 0.123 161.566
17 5 russia Vladimir Leonov  Kawasaki 7 1'53.511 2.618 0.386 161.016
18 99 united_states Patrick Jacobsen  Honda 7 1'54.147 3.254 0.636 160.119
19 54 turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 5 1'54.305 3.412 0.158 159.898
20 37 czech_republic Ondřej Ježek  Yamaha 5 1'54.777 3.884 0.472 159.240
Articolo successivo
Trauma toracico e fratture per Camier: domani non correrà Gara 2

Articolo precedente

Trauma toracico e fratture per Camier: domani non correrà Gara 2

Articolo successivo

Aragon, Gara 2: Davies porta in trionfo la Ducati davanti a Rea

Aragon, Gara 2: Davies porta in trionfo la Ducati davanti a Rea
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Aragon
Location Motorland Aragon
Autore Lorenzo Moro