Ana Carrasco torna in moto dopo il brutto incidente

La pilota spagnola è tornata in moto dopo cinque mesi dall’incidente che le ha procurato la frattura delle vertere con conseguente operazione. In pista con lei a Barcellona per una giornata di test c’erano anche Tito Rabat e Dominique Aegerter per la Superbike e Supersport rispettivamente.

Ana Carrasco torna in moto dopo il brutto incidente

Cinque mesi dopo il terribile incidente che l’ha costretta a chiudere in anticipo la sua stagione, Ana Carrasco è tornata in moto. La pilota spagnola è salita in sella alla sua Kawasaki Ninja 400 al Circuit de Catalunya nella giornata di ieri, una prima presa di contatto dopo una lunga convalescenza nell’attesa di ritornare al cento per cento della forma fisica.

Poche settimane fa si era sottoposta all’ultimo intervento chirurgico per rimuovere delle placche ed il recupero sta procedendo piuttosto bene, tanto da ricevere l’ok dei medici per poter tornare in sella alla sua Kawasaki Provec Ninja 400. Anche se non si è ripresa al 100%, Carrasco è apparsa entusiasta di poter girare nuovamente, completando anche molti giri.

“Ovviamente sono estremamente felice di essere tornata in moto – afferma Ana Carrasco – Cinque mesi sono sembrati sei anni! Amo correre, quindi tornare con il mio team è per me la condizione perfetta. Sono motivata e contenta. Ho ascoltato molto il mio medico, che mi ha dato l’ok per correre. Sono entusiasta di salire nuovamente in sella alla mia Ninja 400 per i test invernali. Ora sia io sia la Ninja dobbiamo tornare in forma. Ho un grande team che mi sostiene e ho ricevuto moltissimi auguri di pronta guarigione dai fan mentre ero in convalescenza. La mia mente è positiva e spero di tornare presto alla piena forma fisica”.

Ma Ana Carrasco non era sola: a condividere la pista con lei c’erano molti piloti della MotoGP e due rappresentanti delle derivate di serie: Tito Rabat e Dominique Aegerter. Lo spagnolo, che debutta quest’anno nel mondiale Superbike, ha girato con la Ducati Panigale V4R e ha continuato il processo di adattamento alla nuova categoria, dopo cinque stagioni nel campionato del prototipi. Stesso discorso per lo svizzero, che invece disputerà il 2021 in Supersport, dove correrà con il team Ten Kate. Anche per Aegerter la giornata è stata produttiva e ha potuto familiarizzare con la Yamaha YZF-R6 che guiderà quest’anno.

condividi
commenti
Sorpresa all'Italian Baja: c'è Carlos Checa

Articolo precedente

Sorpresa all'Italian Baja: c'è Carlos Checa

Articolo successivo

Maria Herrera in Supersport con Biblion Motoxracing nel 2021

Maria Herrera in Supersport con Biblion Motoxracing nel 2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Autore Lorenza D'Adderio