Aegerter deluso: “Non c’è posto per me in SBK, le ho provate tutte”

Dominique Aegerter si ritiene deluso dalla mancanza di opportunità di passare in Superbike la prossima stagione, dopo aver vinto il mondiale in Supersport.

Aegerter deluso: “Non c’è posto per me in SBK, le ho provate tutte”

Dominique Aegerter ha conquistato il campionato in Supersport con un round di anticipo rispetto alla fine della stagione. La terza posizione a San Juan, in Argentina, gli ha dato la possibilità di vincere matematicamente il mondiale battendo Steven Odendaal.

Lo svizzero segue i passi di Andrea Locatelli, vincendo il titolo nell’anno di esordio in Supersport. Tuttavia, il bergamasco è stato promosso in Superbike con la Yamaha ufficiale nel 2021, mentre Aegerter resterà nella classe intermedia per il secondo anno. Sperando in un’eventuale promozione per il 2023, il campione Supersport in carica ha rivelato di essersi sentito frustrato per il fatto che un pilota così dominante, con 10 vittorie, non abbia convinto un team in Superbike a dargli un’opportunità.

“Sono un po’ deluso, perché alcune settimane fa ero già pronto a vincere il mondiale, ho conquistato 10 vittorie e in queste condizioni tutti i piloti vengono promossi, che sia in MotoGP o in Superbike – ha rivelato Aegerter a Motorsport.com – Ho provato tutto, ma non ho avuto alcuna opportunità. Non so se è perché sono svizzero o perché ho 31 anni. Ma l’anno prossimo resterò in Supersport nello stesso team, sperando di poter passare in Superbike insieme con una moto factory nel 2023”.

Dominique Aegerter, Ten Kate Racing Yamaha

Dominique Aegerter, Ten Kate Racing Yamaha

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Aegerter è stato un protagonista nel paddock del motomondiale dal 2007 al 2019, inizialmente nell’allora classe 125cc, prima di passare in quella che all’epoca era la neonata Moto2 nel 2010. Il suo miglior risultato è stato un quinto posto, ottenuto nel 2013. Nel 2014 ha conquistato solo una vittoria nella classe intermedia al Sachsenring, perdendo poi una seconda posizione a Misano nel 2017 per una squalifica causata da un’infrazione al regolamento tecnico.

Il pilota svizzero è poi passato in MotoE nel 2020, chiudendo la sua prima stagione nel campionato elettrico in terza posizione. Quest’anno invece ha raddoppiato l’impegno, correndo nella categoria interamente elettrica e debuttando in Supersport. Questo lo ha portato a saltare il round di Barcellona per provare a vincere il titolo in MotoE.

“È molto emozionante, perché molte persone pensano che sia una vita facile, invece è un lavoro duro – ha affermato Aegerter – Mi sono allenato ogni giorno per arrivare a questo momento e ci sono tante persone che mi sostengono, gli sponsor, il team, la famiglia. Quest’anno siamo riusciti a mettere insieme tutto e realizzare il mio sogno di essere campione del mondo. Abbiamo avuto anni difficili e questo sport è pericoloso, c’è sempre la possibilità di farsi male. Quindi essere campione è una cosa grandissima, è incredibile”.

Stando così le cose, solo Luca Bernardi si è assicurato un accordo per passare dalla Supersport alla Superbike nel 2022, dopo aver firmato un contratto biennale con il team Barni. Anche Philipp Oettl è un forte candidato alla promozione nella classe regina, le voci che si rincorrono lo vogliono in Ducati con il team Go Eleven.

condividi
commenti
Denning: “Toprak è uno dei piloti più talentuosi di oggi”
Articolo precedente

Denning: “Toprak è uno dei piloti più talentuosi di oggi”

Articolo successivo

Oli Bayliss debutta in Supersport con la Ducati di Barni nel 2022

Oli Bayliss debutta in Supersport con la Ducati di Barni nel 2022
Carica i commenti