Phillip Island, Libere 1-2: Lowes davanti a tutti

condividi
commenti
Phillip Island, Libere 1-2: Lowes davanti a tutti
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 feb 2015, 07:49

Il britannico si conferma in sella alla Suzuki, con Torres e Sykes appena dietro. Bayliss lavora sul set up

E' iniziato questa notte il Mondiale 2015 della Superbike con i primi due turni di prove libere sul circuito australiano di Phillip Island, in cui - dopo le prove pre stagionali di qualche giorno fa - ha continuato a brillare Alex Lowes, in sella alla sua GSX-R1000.

Nella prima delle due sessioni odierne, Lowes è stato il più rapido facendo segnare il miglior tempo assoluto della giornata in 1'30"855, appena quattro millesimi più rapido del miglior tempo fatto segnare nei test invernali. Lowes è stato inoltre l'unico pilota ad abbattere il muro del minuto e trentuno secondi.

Al secondo posto la prima delle Aprilia ufficiali, quella di Jordi Torres, confermatosi anche nei due turni di libere australiane come uno dei pretendenti al podio e come pilota candidato per la vittoria assieme a Lowes. Alle spalle di Torres si è classificato Tom Sykes. Il pilota britannico non è mai apparso tonico nelle prove invernali, mentre all'apertura ufficiale della stagione sembra aver ritrovato il feeling che lo ha spesso legato alla sua Kawasaki Ninja. 

Ancora un duello Aprilia-Kawasaki per le posizioni appena dietro i primi tre, con Leon Haslam quarto, davanti per pochi centesimi a Jonathan Rea. Ottimo sesto posto per Nico Terol, che ha portato la sua Ducati Panigale al sesto posto e davanti alla Ducati ufficiale di Chaz Davies, appena settimo. David Salom ha chiuso ottavo, davanti al convalescente Randy De Puniet.

Merita un capitolo a parte Troy Bayliss, che nei primi due turni di prove sul circuito di casa ha lavorato molto per trovare l'assetto ideale della sua Ducati Panigale R. L'australiano ha infatti pochi giri alle spalle con la Rossa di Borgo Panigale, avendo sostituito all'ultimo minuto l'infortunato Davide Giugliano. Bayliss ha chiuso al diciottesimo posto nelle Libere 1 e al diciassettesimo - migliorandosi progressivamente nei tempi - nel turno successivo.

Nelle Libere 2 è stato ancora Alex Lowes a primeggiare nella ista dei tempi, ma le mutate condizioni dell'asfalto non hanno permesso ai piloti di compiere miglioramenti significativi nei tempi fatti registrare nella mattina australiana. Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils) il più rapido degli ultimi 45 minuti di giornata, nonostante una caduta senza conseguenze nel finale, alla curva 10.

Alle spalle di Haslam l’altro pilota ufficiale Aprilia, Jordi Torres, e Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), mentre il nuovo arrivo nel team ufficiale Kawasaki, Jonathan Rea, è scivolato in quinta posizione. Ancora molto bene Nico Terol, rimasto alle spalle di Rea, mentre ha compiuto un significativo passo avanti Michael Van der Mark (Pata Honda World Superbike), settimo alla fine della sessione pomeridiana. Completano la Top Ten Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team), David Salom (Team Pedercini Kawasaki) e Randy de Puniet (Voltcom Crescent Suzuki).

Superbike - Phillip Island - Libere 1

Superbike - Phillip Island - Libere 2

Prossimo articolo WSBK
Aprilia subito molto veloci a Phillip Island

Previous article

Aprilia subito molto veloci a Phillip Island

Next article

Il Mondiale Superbike in diretta su Eurosport

Il Mondiale Superbike in diretta su Eurosport