Rendina si piazza primo nel Produzione a Montecarlo

Rendina si piazza primo nel Produzione a Montecarlo

Ottimo esordio nel Mondiale per l'italiano, che con la sua Lancer chiude quinto in WRC2

Rally Project, Max Rendina, Mario Pizzuti e la loro Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N hanno portato a termine ieri sera la loro prima missione iridata del 2014, l’82esimo Rally di Montecarlo, gara di apertura del Campionato del Mondo Rally. La lunga gara iniziata giovedì scorso, lunga ben 15 Prove Speciali, 1396,760 chilometri totali e 383,880 di sfide, si è rivelata decisamente ostica, con le mutevoli condizioni meteorologiche che hanno condizionato le prestazioni e le strategie di tutti gli equipaggi. Rendina e Pizzuti hanno concluso il loro debutto al “Monte” in quinta posizione finale di WRC2, primi della classifica "Produzione", quindi avviando al meglio il loro primo Campionato mondiale. L’esperienza di Rendina e Pizzuti ha avuto fasi alterne: la prima tappa di giovedì li ha visti concludere al comando del "Produzione" nonostante avessero da trovare feeling con le strade del Dipartimento francese "Hautes-Alpes", la seconda ha avuto decisamente un’altra faccia, con circa 20’ persi per una foratura ed una “toccata” che li ha costretti a chiudere la giornata con il posteriore della Lancer senza convergenza, quindi difficile da guidare, ma sempre al comando del “Produzione”. La giornata di ieri, seppur corta, due prove da ripetere due volte con il passaggio sul leggendario Col de Turinì, ha costretto l’equipaggio ad una gara “in difesa”, complice il fondo innevato da una parte e bagnato dall’altra, dovendo fare anche i conti con le scelte di gomme in modo tale da limitare difficoltà ed insidie. Alla fine ha prevalso la tattica, l’accoppiata Rendina-Pizzuti e la Lancer gommata Pirelli hanno accarezzato la bandiera a scacchi sventolata questa sera al porto di Montecarlo. La vettura in tre estenuanti giorni di gara non ha segnalato alcun problema tecnico, gli pneumatici Pirelli si sono rivelati costantemente all’altezza della situazione in ogni condizione e la squadra tutta, con la collaborazione dei Fratelli Agnello ha operato l’esordio mondiale meritandosi l’elogio di tutto il “circus” iridato. Il commento di Max Rendina: "Un’esperienza unica sotto tutti gli aspetti, indimenticabile ed altamente formativa per chi sta in macchina a correre. In tre giorni abbiamo sopportato di tutto, non avevamo molti riferimento perché per noi, a parte la Lancer, era tutto nuovo, ma credo che abbiamo dato prova di carattere. L’obiettivo era quello di incamerare quanti più punti possibile per la Coppa “produzione” e torniamo a Roma con il massimo dei punti, dal Rally di Svezia saranno dunque gli altri a doverci rincorrere. Non dormiremo sugli allori, sarà anche quella una cosa tutta nuova, da oggi in poi la mente é verso la Scandinavia. La vettura è stata perfetta, la squadra anche, ringrazio i fratelli Agnello per il supporto e Pirelli, che ci ha sempre messo a disposizione il massimo per essere competitivi". Il secondo appuntamento iridato per Rendina e Pizzuti sarà il Rally di Svezia, che si prevede su fondo innevato, previsto per il 5-8 febbraio.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Monte Carlo
Piloti Massimiliano Rendina
Articolo di tipo Ultime notizie