Rendina gioca in casa al Rally d'Italia Sardegna

Rendina gioca in casa al Rally d'Italia Sardegna

Il leader della "Coppa Produzione" spera di conquistare punti importanti nella tappa tricolore

Rally Project e Max Rendina dopo la faticosa trasferta del Rally Argentina sono pronti per una nuova sfida, la quinta stagionale, quella che si svolgerà durante il fine settimana prossimo in Sardegna, per il Rally d’Italia. Rimasto saldamente al comando della classifica della “Coppa Produzione” del Mondiale Rally nonostante una sofferta gara in Sudamerica, Max Rendina sta per affrontare adesso quello che si può definire l’impegno “di casa”, davanti al pubblico amico su un percorso che comunque non conosce a fondo come altri suoi colleghi. Purtroppo la trasferta in Sardegna non è partita sotto i migliori auspici, in quanto Rendina è stato colpito da una forte congiuntivite di origine virale che lo ha debilitato assai, costringendolo a svolgere con estrema fatica le ricognizioni del percorso avendo problemi con l’acuità visiva. La giornata odierna e la mattina di domani serviranno a capire se sarà il caso di prendere parte o meno alla competizione. La gara in Sardegna, sesto atto del Campionato del Mondo Rally, per Max Rendina, il suo copilota Mario Pizzuti e la loro Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N gommata Pirelli, gestita in joint con RalliArt Italy, rappresenta un importante crocevia per la corsa al titolo iridato di categoria. Si punta ad un nuovo risultato di vertice per compiere un ulteriore allungo sulla concorrenza che pur non troppo vicina in classifica, può sempre diventare pericolosa e togliere punti importanti per il ranking iridato. Il commento di Max Rendina alla vigilia dell’impegno: "Purtroppo la congiuntivite non mi permette di stare tranquillo, vediamo in queste ore se la situazione andrà migliorando. Parlando della gara, ok, è quella di casa, ma non pensiamo che sia facile anzi, credo sia una delle più ostiche della stagione. Ovvio che saremo nel mirino di tutti gli avversari, tutti coloro che puntano al vertice faranno più o meno la gara su di noi, pronti ad approfittare di ogni minima distrazione o esitazione. Si dovrà attaccare senza indugio, lo impone la classifica per cercare di allungare ancora al comando, ma allo stesso tempo si dovrà preservare la meccanica della macchina perché saranno tre giorni davvero duri. Da considerare anche le possibili alte temperature, l’estate sta arrivando e quello sarà un avversario in più".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Massimiliano Rendina
Articolo di tipo Ultime notizie