WRC
22 ago
-
25 ago
Evento concluso
12 set
-
15 set
Evento concluso
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Rally d'Australia
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
30 giorni

WRC: terzo rinvio per il calendario 2020. Dubbi sul Rally Safari

condividi
commenti
WRC: terzo rinvio per il calendario 2020. Dubbi sul Rally Safari
Di:
18 lug 2019, 08:14

I promotori del WRC spingono per il ritorno della gara africana, ma è quello lo scoglio che frena la diramazione del nuovo calendario.

Per il rientro nel WRC del Rally Safari sembrava quasi tutto fatto, ma il termine "quasi" ha assunto un'importanza sempre maggiore negli ultimi giorni, tanto da portare al terzo rinvio della diramazione del calendario 2020 del Mondiale Rally.

Il nuovo elenco di gare del 2020 era atteso per il Consiglio Mondiale del Motorsport avvenuto a giugno. Una volta pubblicate le decisioni, nel documento ufficiale era annotato che il nuovo calendario sarebbe arrivato alla fine del mese di giugno, dunque un paio di settimane dopo il Consiglio.

Leggi anche:

Questo per permettere ai promotori del WRC e alla FIA di esaminare da vicino per l'ultima volta il Rally Safari, serio candidato per rientrare nel Mondiale a partire dalla prossima stagione, nonché evento destinato a prendere il posto del Tour de Corse.

Al termine del Rally Safari, tenutosi in Kenya, i promotori del WRC hanno esternato tutta la loro soddisfazione per l'evento, spingendo senza mezzi termini per il rientro della gara nel calendario. Tutto fatto? Nemmeno per sogno, perché a complicare la situazione sono sorti aspetti economici legati all'organizzazione della corsa, ma anche dubbi legati alla struttura delle vetture - le WRC Plus - su un tipo di fondo come quello presentato nell'ultima edizione del Safari, andata in scena pochi giorni fa.

Per affrontare il percorso kenyota, le attuali vetture WRC e R5 dovrebbero essere rinforzate e questo richiederebbe una preparazione specifica per una gara unica nel suo genere, almeno nel Mondiale Rally. In più, alcuni protagonisti dell'edizione andata in scena pochi giorni fa hanno sollevato più di un dubbio legato alla qualità del fondo (in alcune speciali molto rovinato, specialmente nelle ultime).

Il governo del Kenya ha stanziato quasi 4 milioni di euro per la preparazione dell'evento WRC, ma potrebbero non bastare per preparare una gara che, a conti fatti, dovrebbe essere di qualità più elevata rispetto a quanto visto negli ultimi anni.

Tornando al calendario 2020, è quasi fatta per il ritorno del Rally del Giappone - caldeggiato dopo il rientro nel WRC di Toyota, grazie anche al recente successo nel Mondiale Costruttori - che prenderà il posto del Rally di Germania. Resta da definire l'ultimo dei 14 slot. Per questo si è acceso il duello tra Tour de Corse e Rally Safari.

La FIA sta ancora pensando se dare il proprio benestare all'ingresso del Safari dal 2020, per questo la pubblicazione del nuovo calendario continua a slittare. C'è la possibilità di vedere la prima bozza del calendario del prossimo anno pubblicata ad agosto, anche perché il prossimo Consiglio Mondiale del Motorsport è previsto a settembre.

Con l'introduzione del Rally del Giappone al posto di quello di Germania e l'eventuale addio del Tour de Corse non cambierà la situazione legata alla percentuale di gare su asfalto del Mondiale. In Giappone si correrà su asfalto, mentre il Tour de Corse sarà sostituito dal Rally di Catalogna, che sarà disputato interamente su asfalto.

Scorrimento
Lista

Colin McRae

Colin McRae
1/20

Foto di: Ford Motor Company

Colin McRae

Colin McRae
2/20

Foto di: Ford Motor Company

Colin McRae

Colin McRae
3/20

Foto di: Ford Motor Company

Colin McRae

Colin McRae
4/20

Foto di: Ford Motor Company

Colin McRae

Colin McRae
5/20

Foto di: Ford Motor Company

Colin McRae

Colin McRae
6/20

Foto di: Mitsubishi Motors

Colin McRae

Colin McRae
7/20

Foto di: Ford Motor Company

Kenneth Eriksson, Peter Diekmann, Volkswagen GTi

Kenneth Eriksson, Peter Diekmann, Volkswagen GTi
8/20

Foto di: Ferdi Kräling Motorsport-Bild GmbH

Kenneth Eriksson, Peter Diekmann, Volkswagen GTi

Kenneth Eriksson, Peter Diekmann, Volkswagen GTi
9/20

Foto di: Ferdi Kräling Motorsport-Bild GmbH

Ari Vatanen, Terry Harryman, Opel Ascona 400

Ari Vatanen, Terry Harryman, Opel Ascona 400
10/20

Foto di: LAT Images

Björn Waldegård, Hans Thorszelius, Toyota Celica Twin Cam Turbo

Björn Waldegård, Hans Thorszelius, Toyota Celica Twin Cam Turbo
11/20

Foto di: Toyota Racing

Sandro Munari, Lofty Drews, Lancia Stratos HF

Sandro Munari, Lofty Drews, Lancia Stratos HF
12/20

Foto di: LAT Images

Bjorn Waldegaard, Hans Thorszelius, Lancia Strato

Bjorn Waldegaard, Hans Thorszelius, Lancia Strato
13/20

Foto di: LAT Images

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Celica GT4

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Celica GT4
14/20

Foto di: LAT Images

Juha Kankkunen, Juha Piironen, Toyota Celica Turbo 4WD

Juha Kankkunen, Juha Piironen, Toyota Celica Turbo 4WD
15/20

Foto di: LAT Images

Richard Burns, Robert Reid, Subaru Impreza

Richard Burns, Robert Reid, Subaru Impreza
16/20

Foto di: LAT Images

Carlos Sainz, Luis Moya, Ford Focus WRC

Carlos Sainz, Luis Moya, Ford Focus WRC
17/20

Foto di: Sutton Motorsport Images

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Corolla WRC

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Corolla WRC
18/20

Foto di: Sutton Motorsport Images

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Corolla WRC

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Corolla WRC
19/20

Foto di: Sutton Motorsport Images

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Celica Turbo 4WD ST185

Carlos Sainz, Luis Moya, Toyota Celica Turbo 4WD ST185
20/20

Foto di: LAT Images

Articolo successivo
WRC: Evans salta il Rally di Finlandia. Al suo posto Greensmith

Articolo precedente

WRC: Evans salta il Rally di Finlandia. Al suo posto Greensmith

Articolo successivo

Colpaccio Extreme E: Ogier consulente per lo sviluppo della serie

Colpaccio Extreme E: Ogier consulente per lo sviluppo della serie
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Autore Giacomo Rauli