WRC
22 gen
-
26 gen
Evento concluso
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
17 giorni
G
Rally del Messico
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
45 giorni
G
Rally del Chile
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
80 giorni
G
Rally d'Argentina
23 apr
-
26 apr
Prossimo evento tra
87 giorni
G
Rally del Portogallo
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
115 giorni
G
Rally d'Italia
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
129 giorni
G
Rally del Kenya
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
171 giorni
G
Rally di Finlandia
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
192 giorni
G
Rally di Nuova Zelanda
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
220 giorni
G
Rally di Turchia
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
241 giorni
G
Rally di Germania
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
262 giorni
G
Rally di Gran Bretagna
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
276 giorni
G
Rally del Giappone
19 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
297 giorni

Il WRC dà i numeri: Tanak ancora con l'8, Ogier con il 17

condividi
commenti
Il WRC dà i numeri: Tanak ancora con l'8, Ogier con il 17
Di:
26 dic 2019, 08:25

Il numero 1 del campione, Tanak, non dovrebbe essere esibito sulla Hyundai. Rovanpera ha scelto il 69, mentre Loeb passa a un iconico 9.

Il WRC 2020 dà i numeri. No, nessuno, nel Mondiale Rally, ha perso la testa. Si tratta invece della scelta dei numeri di gara che distingueranno i protagonisti della prossima stagione, che scatterà nell'ultimo fine settimana del mese di gennaio con il Rallye Monte-Carlo.

Dalla passata stagione i piloti possono scegliere un numero permanente da adottare nel corso della propria carriera nel WRC e, dopo 6 anni, ci sarà una grossa novità: dopo aver perso il titolo iridato Piloti 2019, Sébastien Ogier sarà costretto a correre con un numero differente dall'1 che ha portato per più di un lustro.

Il neo-pilota del team Toyota Gazoo Racing ha scelto di correre con il 17. Le novità in casa Toyota continuano, perché anche Kalle Rovanpera ha annunciato con quale numero correrà: si tratta del 69. Nel motorsport - anche se a 2 ruote - ci ricordiamo bene come il 69 sia stato il numero di riconoscimento di Nicky Hayden, campione del mondo di MotoGP nel 2006 quando difendeva i colori del team Honda HRC e riuscì nell'impresa di battere un Valentino Rossi nel punto massimo della sua carriera.

L'unico pilota Toyota ad aver scelto di correre con il numero dell'anno passato è Elfyn Evans, che continuerà ad essere distinguibile attraverso il numero 33 sul tettuccio, sulle fiancate e sui finestrini laterali.

Grosse novità anche in Hyundai, perché Ott Tanak - un po' a sorpresa - sembra aver scelto di rinunciare al numero 1 che spetta di diritto al campione del mondo in carica per continuare a usare l'8. Dunque nel 2020 il numero del campione non verrà sfruttato, così come accade ormai da anni in altre discipline del motorsport come la F1 (Hamilton corre con il 44) e la MotoGP (Marquez sfoggia sempre il 93).

Novità anche per quanto riguarda Sébastien Loeb, che abbandona il 19 e prende il numero 9. Non è difficile capire il motivo di questa scelta, considerando il numero di Mondiali vinti in carriera nel WRC...

Rimangono invece ancora vacanti i 3 sedili delle Fiesta che prenderanno il via del Rallye Monte-Carlo. Uno di questi dovrebbe essere di Teemu Suninen (nel 2019 ha corso con il numero 3), l'altro, invece, sembra destinato a Esapekka Lappi (che quest'anno ha usato il 4).

Team Numero di gara Piloti 2020
     
Toyota Gazoo Racing 17 Sébastien Ogier
  33 Elfyn Evans
  69 Kalle Rovanpera
     
Tommi Makinen Racing ? Takamoto Katsuta
  10 (?) Jari-Matti Latvala
     
Hyundai Motorsport 11 Thierry Neuville
  8 Ott Tanak
  9 Sébastien Loeb
  6 Daniel Sordo
     
M-Sport Ford 4 (?) Esapekka Lappi (?)
  3 (?) Teemu Suninen

In grassetto i nuovi piloti ingaggiati dai team

Articolo successivo
WRC 2019: Tanak spodesta Ogier. Hyundai, con Adamo è subito iride

Articolo precedente

WRC 2019: Tanak spodesta Ogier. Hyundai, con Adamo è subito iride

Articolo successivo

WRC: il Paraguay si candida per entrare nel calendario

WRC: il Paraguay si candida per entrare nel calendario
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Autore Giacomo Rauli