WRC, Tanak: "L'incidente del 2020 è alle spalle. Punto al titolo"

A 12 mesi dal terribile incidente all'esordio con Hyundai, Tanak torna a Monte-Carlo con un obiettivo ben preciso: vincere il titolo in questo 2021 anche grazie a una i20 migliorata molto nel corso dell'ultima stagione.

WRC, Tanak: "L'incidente del 2020 è alle spalle. Punto al titolo"

Dal non proprio indimenticabile esordio con Hyundai di Ott Tanak sono già passati 12 mesi. Un anno fa l'ex campione del mondo Rally si presentava al suo nuovo team con uno degli incidenti più impressionanti e terribili visti negli ultimi anni nel WRC.

Accadde nel corso della Prova Speciale 4 della scorsa edizione del Rallye Monte-Carlo, la Saint-Clément – Freissinières, in cui Tanak perse il controllo della sua i20 Coupé WRC su un bump per poi finire fuori strada e demolire la vettura in una discesa lunga 100 metri.

A un anno dal fatto, Tanak si ripresenta al via del Rallye Monte-Carlo con più esperienza al volante della vettura coreana, con una vittoria ottenuta al Rally Estonia e con la fiducia di chi sa di poter tornare a vincere il titolo ottenuto con merito nel 2019.

"L'incidente è stato ormai tanto tempo fa e non è certo stato il primo della mia carriera. Avere esperienza è una cosa ottima per correre a Monte-Carlo. Aiuta per arrivare qui e sapere cosa puoi aspettarti da una gara del genere".

 

"Se le condizioni cambiano sempre, sai che si tratta di un rally in cui devi pensare e scegliere più del solito per fare il lavoro nel migliore dei modi. A volte non è semplicemente questione di performance e velocità, può essere molto importante scegliere la strategia migliore per tutte le speciali".

A conferma delle sue intenzioni, è stato lo stesso Tanak a fissare il proprio obiettivo per questo 2021. Dovrà essere bravo ad aiutare Hyundai a vincere il terzo iride Costruttori di fila, m anche a lottare per vincere il secondo titolo della carriera. Lui è fiducioso, soprattutto grazie ai cambiamenti - in meglio - fatti dalla i20 Coupé nel corso dell'ultimo anno.

"Il nostro target è vincere il titolo e per fare questo bisogna portare a casa punti pesanti in tutte le gare. In generale lo sviluppo della vettura è andato bene partendo dalla stagione passata e la macchina è piuttosto differente da come l'avevo trovata. Non credo che saremo così lontani dagli avversari con la vettura che abbiamo".

 

condividi
commenti
WRC, Rallye Monte-Carlo: le prime novità dal Parco Assistenza

Articolo precedente

WRC, Rallye Monte-Carlo: le prime novità dal Parco Assistenza

Articolo successivo

WRC, Monte-Carlo, PS1: Tanak super, brutta botta per Suninen

WRC, Monte-Carlo, PS1: Tanak super, brutta botta per Suninen
Carica i commenti