Ogier: "Il primo Mondiale non era stato un caso..."

Secondo il pilota della Volkswagen il trionfo di oggi è una grande conferma del valore di quello del 2013

Ogier:

Sebastien Ogier è salito per la seconda volta sul tetto del Mondiale Rally. Con la vittoria ottenuta oggi in Spagna, ha infatti precluso a Jari-Matti Latvala la possibilità di continuare a sognare fino all'ultima gara. Un trionfo arrivato in una stagione in cui si è già imposto in ben sette occasioni, che secondo il francese della Volkswagen vale anche come una conferma che il successo dello scorso anno non è stato affatto casuale.

"E' un grande traguardo vincere il Mondiale, ma riuscire a conquistare il secondo è ancora meglio. E' una conferma che dimostra che quello dello scorso anno non è stato un caso" ha detto a caldo mentre saltava sul tetto della sua Polo R WRC subito dopo aver tagliato il traguardo dell'ultima prova speciale.

Il settimo sigillo stagionale è stato costruito soprattutto nella prima tappa, sullo sterrato. Nella seconda e nella terza invece ha amministrato il vantaggio, ma non è stato facile perché Latvala era davvero scatenato alle sue spalle (il finlandese ha vinto otto speciali tra ieri ed oggi).

"Un weekend fantastico, da ricordare, ma è stata dura. Ho spinto molto nella prima tappa sulla terra, perché sapevo che ieri ed oggi sull'asfalto mi sarei dovuto guardare le spalle da Jari-Matti. Credo di aver gestito in maniera intelligente il vantaggio che mi ero costruito, stando sempre attendo a non sbagliare" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Spagna
Piloti Sébastien Ogier
Articolo di tipo Ultime notizie