Sordo: "Se non vinco con la Citroen, vado a casa!"

Lo spagnolo è molto determinato in vista del suo ritorno nel factory team della Casa francese

Sordo:
"Se non vinco l'anno prossimo, allora vado a casa!". Non si può certo dire che Dani Sordo non abbia grandi motivazioni in vista del suo ritorno alla Citroen nel Mondiale Rally 2013. Il pilota spagnolo è chiamato a prendersi una grande responsabilità: quella di colmare il vuoto lasciato da Sebastien Loeb, che l'anno prossimo parteciperà solamente ad alcuni eventi selezionati (per ora è certo solo il Montecarlo), ma non sembra spaventato da questa sfida. Pur non essendo riuscito a raggiungere i risultati sperati, Dani è infatti convinto di essere maturato parecchio nei due anni passati alla Prodrive, per la quale è stato il pilota di punta della Mini, curando anche lo sviluppo della John Cooper Works WRC. Nonostante parecchi piazzamenti a podio in carriera, quello che gli continua a mancare è la vittoria ed è quello che cerca nel 2013. "Torno alla Citroen più vecchio e con più esperienza e fiducia nei miei mezzi. Ora ho dei nuovi obiettivi: voglio lottare per le posizioni di vertice, per le vittorie, e voglio aiutare la Citroen a vincere il Mondiale Costruttori" ha detto con grande determinazione ai microfoni di WRC.com. Nel mese di dicembre avrà modo di effettuare il suo primo test con la DS3 WRC, una vettura che comunque conosce già, avendo partecipato al suo sviluppo nel 2010 prima di passare alla Mini: "La vettura è cambiata rispetto ad allora e non ho ancora guidato l'ultima evoluzione. Tornare nel team sarà fantatisco, perchè so che tutti mi aspettano a braccia aperte".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Dani Sordo
Articolo di tipo Ultime notizie