WRC: Scandola al Rally d'Italia con una i20 evoluta

A 9 mesi dalla prima uscita nel WRC 2020, Scandola, D'Amore e Hyundai Italia affronteranno il Rally Italia Sardegna con una i20 New Generation R5 sempre più evoluta. L'equipaggio andrà alla caccia di un risultato importante.

WRC: Scandola al Rally d'Italia con una i20 evoluta

In una stagione condizionata dalla difficile situazione sanitarie che ha rivoluzionato i calendari sportivi e i relativi programmi, Hyundai Rally Team Italia è pronta a rientrare nel Campionato del Mondo Rally. Dopo che aveva disputato il Rallye di Monte Carlo concluso con un’ottava posizione finale nell’ormai lontano gennaio.

Il nuovo appuntamento è per il Rally Italia Sardegna che si disputa dall’8 all’11 ottobre sulle prove speciali a nord dell’isola. Umberto Scandola e Guido D’Amore ritrovano la loro Hyundai i20 R5 con la quale sono iscritti alla categoria WRC3 per puntare a un buon risultato sugli sterrati che in passato li hanno visti spesso tra i protagonisti. La continua evoluzione tecnica della vettura e la conoscenza del percorso sono due punti a favore del pilota veronese e del navigatore imperiese.

“Non vedevo l’ora di tornare nel Mondiale e il Rally Italia Sardegna arriva in un momento giusto per verificare tutto il lavoro svolto dalla squadra nelle ultime settimane” racconta Umberto Scandola. “Il livello del WRC3 è molto elevato e tanti avversari hanno avuto l’opportunità di correre le ultime gare della serie e arriveranno allenati: ma noi venderemo cara la pelle. Le prove speciali della Sardegna sono molto insidiose e correrci in questo periodo dell’anno sarà un po’ diverso rispetto al passato a partire dalla presenza di una diversa vegetazione e l’eventualità della pioggia. Il percorso però mi piace e sono convinto che la Hyundai i20 si adatterà bene a queste strade. Dopo le ricognizioni e lo shakedown avremo il reale polso della situazione e decideremo con la squadra la migliore strategia da attuare nei tre giorni di gara. In passato io e Guido abbiamo sfiorato grandi risultati in Sardegna e speriamo che quest’anno sia la volta buona per toglierci qualche soddisfazione e caricarci per il finale di stagione”.

Riccardo Scandola (Team Manager): “È un anno decisamente strano e imprevedibile per tutti. Calendari rivisti, gare accorciate e rally annullati come la scorsa settimana con il Sanremo bloccato dalla catastrofe meteorologica. In queste condizioni è diventato difficile programmare ogni cosa ma fortunatamente posso contare su un team di grandi professionisti e tecnici che ho saputo apprezzare negli anni. È quasi banale dire che mi aspetto un buon risultato per voltare pagina e affrontare l’ultima fase del 2020 con una determinazione ancora maggiore. Nel frattempo abbiamo lavorato sodo assieme a Hyundai Customer Racing e Michelin, oltre a iniziare a programmare con i nostri partner il 2021, che avrà un importante sviluppo a livello internazionale”.

Tra i 64 equipaggi iscritti della 17° edizione del Rally Italia Sardegna ben 35 corrono con vetture della classe R5 di cui 15 iscritti al mondiale WRC3. Hyundai Rally Team Italia sarà presente con la vettura ufficiale #40 di Umberto Scandola e Guido D’Amore, affiancata da una seconda i20 R5 di S.A. Motorsport la #57 con Luca Hoelbling e Federico Fiorini

condividi
commenti
WRC 2020, Rally Italia Sardegna: preview, orari e Speciali

Articolo precedente

WRC 2020, Rally Italia Sardegna: preview, orari e Speciali

Articolo successivo

WRC: Pirelli ha presentato le gomme 2021 per le Plus!

WRC: Pirelli ha presentato le gomme 2021 per le Plus!
Carica i commenti