Kubica: "La sfida più grande della mia vita"

Così il pilota polacco ha presentato il suo esordio nel Mondiale Rally, che sarà anche il debutto su terra

Kubica:
"Penso che la sfida di questo weekend una delle più grandi della mia vita, se non la più grande". In questo modo Robert Kubica ha presentato il suo esordio nel Mondiale Rally, previsto proprio questo fine settimana in Portogallo, dove correrà con una Citroen DS3 RRC di classe WRC3. Dopo aver preso parte la scorsa settimana al Fafe Rally Sprint ed aver coperto circa 330 km di test, il pilota polacco si appresta a disputare per la prima volta una gara vera e propria su terra, quindi sa che non sarà facile il suo adattamento, specialmente al ritmo delle note che gli saranno dettate dal navigatore Macek Baran. "Forse si tratta di una sfida anche troppo grande per la mia situazione" ha proseguito l'ex pilota di Formula 1, che sta ancora cercando il recupero completo dalle conseguenze del terribile incidente di cui fu vittima alla Ronde di Andora nel 2011. "Ma quando intraprendi un'avventura come questa e riesci a raggiungere i risultati prefissati, la soddisfazione è ancora più grande". "Il fattore più importante per le prestazioni, probabilmente l'80% dipende dal reggere il ritmo delle note e per me non sarà facile perchè la mia esperienza è davvero limitata. Le prove qui sono tutte nuove per me, inoltre so che me la dovrò vedere con molti piloti di talento" ha detto ai microfoni di WRC.com. Robert è poi passato a parlare di quello che sarà l'impegno fisico richiesto dalla gara di Faro: "Rispetto all'asfalto lo sterzo è più leggero sulla terra, ma ci sono molte più correzioni da fare, quindi fisicamente è più impegnativo. So che sarà dura, ma penso di potercela fare e che questo possa rappresentare un passo importante per la mia riabilitazione". Per ora in ogni caso non se la sente di fissare obiettivi a livello prestazionale, perchè per lui è ancora tutto troppo nuovo, avversari compresi. La cosa più importante, dunque, è divertirsi ed accumulare esperienza in vista delle prossime gare. "Credo di essere il mio più grande rivale in questo momento, quindi per ora non voglio guardare ai risultati, anche perchè il Rally del Portogallo non è uno dei più facili, almeno stando a quanto ho sentito dai miei colleghi. Sarà interessante vedere come mi comporterò rispetto agli altri, ma mi basterebbe prendere 1"5 al km dai migliori dell mia classe. L'obiettivo principale è divertirmi ed accumulare esperienza: voglio mettere insieme più chilometri possibile sulla mia vettura, possibilmente tutti quelli della gara" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally del Portogallo
Piloti Robert Kubica
Articolo di tipo Ultime notizie