Neuville: "Sardegna? Servono 2 anni per andare forte"

condividi
commenti
Neuville:
Redazione
Di: Redazione
09 giu 2015, 11:13

Il belga è desideroso di riscatto dopo gli ultimi due rally in cui ha commesso errori evitabili

Dopo i buoni risultati ottenuti in Portogallo, Hyundai Motorsport si prepara ad affrontare la sesta tappa del FIA World Rally Championship, il Rally Italia Sardegna, che si svolgerà dall’11 al 14 giugno 2015. 

Thierry Neuville e Dani Sordo (Hyundai Shell World Rally Team) saranno alla guida delle Hyundai i20 WRC #7 e #8, affiancati dalla i20 WRC #20 di Hayden Paddon. Tutti e tre i piloti hanno completato i test specifici per la Sardegna in Portogallo, nell’area di Porto, dove i variegati percorsi sterrati richiamano quelli che i piloti troveranno sull’isola italiana. Infatti, Il Rally isolano è famoso per la combinazione tra paesaggi molto differenti tra loro, in un percorso che prevede 24 prove speciali (400 km totali), caratterizzato com’è da strade strette fiancheggiate da alberi e rocce - in genere con una terra dura ricoperta di sabbia e ghiaia. Inoltre, di giorno la temperatura potrebbe superare i 30° gradi, fornendo agli equipaggi un ulteriore motivo di stress e difficoltà.

La manifestazione prenderà avvio nella serata di giovedì 11 giugno da Cagliari, per poi proseguire il giorno dopo verso Oristano. Sabato i piloti affronteranno oltre 200 km di gara, mentre la domenica è riservata alla passerella di Alghero, sulla costa nord-occidentale Michel Nandan, Team Principal Hyundai Motorsport, commenta: "Ci siamo preparati a lungo per questa gara e il nostro team arriva motivato dal Rally di Portogallo, dove Dani ed Hayden hanno finito il rally tra i primi otto. Abbiamo imparato molto l'anno scorso in Sardegna, e speriamo di dimostrare nei fatti i miglioramenti che sentiamo d’aver effettuato".

Thierry Neuville ha finora vissuto una stagione con alti e bassi ed è per questo desideroso di fare progressi in Sardegna. "Questa è una gara difficile, servono almeno due anni di esperienza perché si possa essere davvero veloci e sicuri di sé tanto il percorso è particolare, stretto, con molte sezioni tortuose e polverose" dichiara il belga, che poco dopo il Rally compierà 27 anni.

Dani Sordo è attualmente settimo nel Mondiale Piloti WRC, davanti al compagno di squadra belga, ed è sulla cresta dell'onda dopo la buona performance in Portogallo. Questa sarà il suo debutto nel Rally Italia Sardegna sotto la bandiera Hyundai Motorsport. “Voglio rafforzare la mia posizione nel mondiale, ma il Rally Italia Sardegna è una competizione particolarmente impegnativa, farà molto caldo e il percorso sarà particolarmente dissestato”.

Per Hayden Paddon questa sarà la seconda partecipazione al Rally Italia Sardegna, dopo il debutto nella scorsa edizione. Da allora il pilota neozelandese ha fatto molti progressi. “Sono entusiasta di tornare in Italia e vedere con mano quanti passi avanti abbiamo fatto dall’anno scorso! Qui il terreno è molto sabbioso, simile ad alcune PS del Portogallo – ma molto più complicato!” ha commentato Paddon, che potrà testare sulla sua Hyundai i20 WRC il nuovosistema di cambio “al volante” che dal Portogallo è già stato adottato sulle vetture #7 e #8 diNeuville e Sordo.

Prossimo articolo WRC
Meeke: "Un bene ci siano tante stage nuove"

Previous article

Meeke: "Un bene ci siano tante stage nuove"

Next article

Mikkelsen: "Punto a chiudere tra i primi cinque"

Mikkelsen: "Punto a chiudere tra i primi cinque"

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally del Portogallo
Piloti Dani Sordo , Hayden Paddon , Thierry Neuville
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie