WRC, Rally Croazia, PS1: Rovanpera, che botto. Neuville leader

Rovanpera esce di strada dopo 5 chilometri ed è costretto al ritiro. Lui e Halttunen sono usciti illesi dal brutto incidente. Neuville firma il miglior tempo davanti a Tanak, mentre Ogier rallenta per una gomma stallonata.

WRC, Rally Croazia, PS1: Rovanpera, che botto. Neuville leader

Il WRC è tornato a far ruggire i propri bolidi questa mattina, con la prima prova speciale del Rally Croazia, terzo appuntamento del Mondiale Rally 2021 e primo su asfalto della stagione, ma anche dall'agosto 2019.

La Rude - Plešivica 1, la PS1 di 6,94 chilometri, è la prova più corta dell'evento, ma ha subito regalato sorprese di grande rilievo. Kalle Rovanpera si è presentato in Croazia da leader del Mondiale, ma questa posizione è destinata a durare poco.

Il finnico è stato autore di un brutto incidente al quinto chilometro della prova, uscendo troppo forte e fuori traiettoria da una curva destrorsa in una sezione tecnica. Questo lo ha portato a uscire di strada sulla parte esterna, finendo in uno strapiombo dopo aver capottato 3 volte la sua Yaris.

Impossibile per il giovane finnico tornare in gara, con il suo Rally Croazia durato meno di un battito di ciglia. Ne ha approfittato Thierry Neuville, bravo a sfruttare la seconda posizione di partenza per prendere vantaggio nei confronti degli inseguitori.

Il belga ha vinto la prova, diventando così il primo leader della corsa davanti a un ottimo Ott Tanak, secondo a 2"1 dal compagno di squadra. Hyundai si presenta così con una doppietta nella prima prova speciale, mentre per Toyota l'avvio di gara è stato diametralmente opposto a quello della Casa coreana.

Al di là del brutto incidente di Rovanpera e Halttunen - i quali sono fortunatamente usciti illesi dall'abitacolo della loro Yaris numero 69 - il team diretto da Jari-Matti Latvala ha dovuto fare i conti con la gomma posteriore sinistra stallonata sulla vettura di Sébastien Ogier. Questo ha costretto il 7 volte iridato a rallentare nella seconda parte della prova, perdendo ben 6"5 da Neuville sebbene sia partito per terzo.

Elfyn Evans ha contenuto i danni con una buona prova, che lo ha portato a cogliere il terzo crono, a 7 decimi dalla seconda posizione di Tanak. Bene anche Craig Breen, che torna a correre in un rally WRC su asfalto dopo 4 anni dall'ultima volta. Quarto tempo per il nord-irlandese. Da segnalare l'ottavo tempo di Adrien Fourmaux, all'esordio con una vettura WRC Plus. Il pilota del team M-Sport è riuscito a fare meglio del più esperto compagno di squadra Gus Greensmith, che si è presentato in Croazia con il nuovo navigatore Chris Patterson.

Interessante poi notare come i piloti Toyota abbiano puntato su gomme Soft, mentre quelli Hyundai sulle Hard. E' evidente come le rispettive vetture si trovino meglio con 2 mescole differenti, che marca ulteriormente le filosofie con cui sono state costruite le WRC Plus che si stanno giocando i Mondiali.

Rally Croazia - Classifica dopo la PS1

Pos. Pilota/navigatore Vettura Tempo
1 Neuvillw/Wydaeghe Hyundai i20 Coupé WRC 4'24”2
2 Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC +2"1
3 Evans/Martin Toyota Yaris WRC +2"8
4 Breen/Nagle Hyundai i20 Coupé WRC +6"4
5 Ogier/Ingrassia Toyota Yaris WRC +6"5
6 Katsuta/Barritt Toyota Yaris WRC +7"2
7 Loubet/Landais Hyundai i20 Coupé WRC +9"6
8 Fourmaux/Renaud Ford Fiesta WRC +10"4
9 Greensmith/Patterson Ford Fiesta WRC +12"5
10 Gryazin/Aleksandrov Volkswagen Polo GTI R5 +15"4
condividi
commenti
WRC: Rally di Croazia, molto più di un semplice rally su asfalto

Articolo precedente

WRC: Rally di Croazia, molto più di un semplice rally su asfalto

Articolo successivo

WRC, Rally Croazia, PS2: Neuville si ripete, Evans resiste

WRC, Rally Croazia, PS2: Neuville si ripete, Evans resiste
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Croazia
Sotto-evento Giorno 1
Autore Giacomo Rauli