WRC, Rally Arctic: Hyundai al top nello Shakedown

Ott Tanak ha preceduto Thierry Neuville di 7 decimi alla fine della stage di prova del secondo appuntamento del WRC 2021. La miglior Toyota è quella di Takamoto Katsuta, terzo davanti alle altre Hyundai di Loubet e Breen. Ogier ed Evans si nascondono.

WRC, Rally Arctic: Hyundai al top nello Shakedown

Il Rally Arctic Finland, secondo appuntamento del WRC 2021, scatterà questo pomeriggio con le prime 2 speciali delle 10 in programma. Intanto questa mattina si è tenuto lo Shakedown sulla prova Vennivaara di 5,69 chilometri, in cui a ottenere il miglior tempo è stato Ott Tanak.

Il campione del mondo WRC 2019 ha imposto la sua legge firmando il miglior tempo in 2'35"4, 7 decimi più rapido del compagno di squadra Thierry Neuville, piazzatosi in seconda posizione ma autore di un errore che lo ha portato a rimanere bloccato in un banco di neve nel secondo dei tre passaggi effettuati.

Un inizio che fa ben sperare in casa Hyundai, anche grazie alla gara di preparazione fatta poche settimane fa in Estonia in cui sia Tanak che Neuville hanno potuto prendere confidenza con le nuove Pirelli Sottozero ice J1 chiodate, che lavorare sugli assetti per la neve.

Se Hyundai sembra non aver alcuna intenzione di lavorare sotto traccia, diversa la situazione in Casa Toyota. Le Yaris sono ritenute da tutti come le favorite, essendo state sviluppate sin dai primi mesi proprio in Finlandia grazie alla sede di Puuppola della Tommi Makinen Racing.

Questa mattina, però, la miglior vettura giapponese è quella del nipponico Takamoto Katsuta, più lento di 4"4 rispetto al miglior crono di Tanak. Katsuta ha firmato il terzo tempo, davanti ad altre due Hyundai i20 Coupé WRC. Si tratta di quelle di Pierre-Louis Loubet - pilota del team 2C Competition e Junior Hyundai - e di Craig Breen, il quale ha completato la Top 5 al volante della terza i20 ufficiale.

Kalle Rovanpera, da tanti considerato come il favorito per la vittoria in questo fine settimana, ha colto il sesto tempo grazie al proprio miglior crono ottenuto nel primo dei suoi tre passaggi, mentre Ogier è addirittura nono, staccato di quasi 6" da Tanak. Per non parlare poi di Elfyn Evans, solo 12esimo alle spalle addirittura della Skoda Fabia R5 Evo di Andreas Mikkelsen (team TokSport).

Ciò significa che le Toyota non hanno certo cercato le prestazioni, ma solo di replicare le posizioni di partenza che avranno nelle stage previste per oggi.

Tornando alla Top 10, lascia ben sperare il settimo tempo di Oliver Solberg e Seb Marshall. Il norvegese è all'esordio al volante di una World Rally Car e avrà bisogno di tempo per capirla e per prendere mano a una vettura che ha molti più cavalli delle R5 che ha guidato sino allo scorso gennaio. Ovvato invece Gus Greensmith, che deve riscattare un Rallye Monte-Carlo a dir poco al di sotto delle aspettative, così come Teemu Suninen, decimo.

Per quanto riguarda le altre vetture WRC, troviamo in 13esima posizione la FOrd Fiesta privata di Janne Tuohino, autore per altro di un errore che lo ha portato a piantarsi in un banco di neve al suo primo passaggio. Lorenzo Bertelli, al ritorno nel WRC dopo 2 anni di assenza, è 16esimo, sempre al volante di una Ford Fiesta WRC.

condividi
commenti
WRC: la livrea della Hyundai WRC di Oliver Solberg per l'Arctic
Articolo precedente

WRC: la livrea della Hyundai WRC di Oliver Solberg per l'Arctic

Articolo successivo

WRC, Rally Arctic, PS1: Tanak e Breen nel dominio Hyundai

WRC, Rally Arctic, PS1: Tanak e Breen nel dominio Hyundai
Carica i commenti