WRC, Rally Acropoli, PS12: Tanak respinge gli attacchi di Ogier

Tanak vince l'ultima prova della giornata e rende più salda la seconda posizione nei confronti di Ogier. Kalle Rovanpera gestisce il vantaggio quando lo separano appena 3 prove alla seconda vittoria nel WRC. Neuville torna in Top 10.

WRC, Rally Acropoli, PS12: Tanak respinge gli attacchi di Ogier

Ott Tanak spezza il dominio giornaliero della Toyota al Rally dell'Axcropoli vincendo la PS12 Eleftherohori 2 di 18,14 chilometri, ultima prova del sabato prima di quella finale che andrà in scena domani.

Il pilota di Hyundai Motorsport ha ottenuto un gran tempo in 10'42"0, precedendo di 3"8 il leader della classifica generale Kalle Rovanpera. Grazie a questo tempo l'estone ha respinto gli attacchi di Sébastien Ogier e ha reso più salda la seconda posizione nella classifica generale.

Tanak, nella giornata di domani, potrà contare su 9"4 di vantaggio a 3 speciali dalla fine. Ogier, per riuscire a superare il rivale, dovrà davvero estrarre il classico coniglio dal cilindro. Va però ricordato che entrambi i rivali per il titolo del 7 volte iridato sono incappati in problemi tecnici, sarà quindi probabile vedere Ogier accontentarsi della terza piazza e avvicinarsi ulteriormente all'ottavo titolo WRC.

Kalle Rovanpera, invece, ha iniziato in maniera evidente a gestire il suo vantaggio nei confronti dei rivali. Nel corso della mattina ha letteralmente dominato, grazie a un passo irraggiungibile. Domani, per portare a casa il secondo successo della sua carriera nel WRC, non dovrà fare altro che diminuire al massimo i rischi.

Gus Greensmith ha invece provato a riaprire ancora una volta la lotta per la quinta posizione. Il pilota britannico si trova ora a 15" dal compagno di squadra Adrien Fourmaux e c'è l'impressione che la prima prova di domani mattina possa essere decisiva nell'assegnare l'ultimo posto disponibile nella Top 5 dell'evento greco.

Elfyn Evans, intanto, è salito in settima posizione nella generale, mentre Thierry Neuville ha riconquistato la Top 10 dopo una buona rimonta. Ora il belga avrà tre prove per cercare di superare le Skoda Fabia R5 Evo di Maco Bulacia Wilkinson e Andreas Mikkelsen, i quali lo precedono nella generale.

A tal proposito, i due piloti del team TokSport si sono trovati nuovamente a battagliare per la prima posizione nel WRC2. Una lotta fratricida riaperta grazie a un ottimo giro pomeridiano del boliviano. Bulacia ha rimontato i 20" di svantaggio e ora è addirittura in testa al WRC2, con 8 decimi di margine su un Mikkelsen più intento a portare a casa punti per il Mondiale che a cercare il successo.

Buoni riscontri per quanto riguarda le gomme Pirelli, in una giornata molto temibile per le temperature, il fango e la rugosità del fondo. Queste le parole di Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli: "Anche oggi hard si sono confermate delle gomme polivalenti, affidabili per robustezza e resistenza alle lacerazioni. Le coperture a mescola dura sono state la chiave della gara, in particolare sull’umido, sono state la soluzione per affrontare tutte le condizioni stradali, che oggi sono state molto varie, in un rally che sta mantenendo tutte le promesse di spettacolo della vigilia".

"Nonostante oggi le temperature non siano state particolarmente elevate, le coperture sono arrivate fino a quasi 130 gradi centigradi. Domani, nelle ultime tre prove troveremo condizioni asciutte e una situazione meno varia di quella di oggi".

La seconda giornata di gara al Rally Acropoli termina qui. L'appuntamento è per domattina, quando torneremo per raccontarvi la Prova Speciale 13, la Tarzan 1 di 23,37 chilometri, che scatterà alle ore 07:08 italiane. La prima vettura a entrare in prova sarà la Hyundai i20 Coupé WRC Plus di Pierre-Louis Loubet e Florian Haut-Labourdette.

condividi
commenti
WRC, Rally Acropoli, PS11: Ogier si avvicina al secondo posto

Articolo precedente

WRC, Rally Acropoli, PS11: Ogier si avvicina al secondo posto

Articolo successivo

WRC, Rally Acropoli, PS13: guai per Fourmaux. Loubet KO

WRC, Rally Acropoli, PS13: guai per Fourmaux. Loubet KO
Carica i commenti