Quinto centro stagionale per Ogier in Polonia!

Quinto centro stagionale per Ogier in Polonia!

Il francese batte l'altra Polo di Mikkelsen e riallunga nel Mondiale. Neuville riporta la Hyundai sul podio

Da un Sebastien ad un altro: è questo il nome più in voga nell'ultimo decennio del Mondiale Rally. Dopo i 9 titoli consecutivi di Loeb è arrivato il primo di Ogier nel 2013 ed il pilota della Volkswagen sembra davvero intenzionato a concedere il bis anche quest'anno. In Polonia, infatti, il francese ha infilato la quinta vittoria stagionale, con tanto di miglior tempo anche nella Power Stage, dando di nuovo uno strappo importante nella classifica iridata (ora è a +50 su Latvala!).

Il leader del Mondiale ha preso il comando delle operazioni fin da subito, me per oltre una decina di prove speciali ha dovuto battagliare ad armi pari con l'altra Polo R WRC di un Andreas Mikkelsen particolarmente pimpante. Poi, nella PS12, entrambi sono andati dritti ad un incrocio, ma il pilota transalpino ha fatto valere la sua maggiore esperienza, perdendo meno tempo e costruendosi un vantaggio di una decina di secondi.

Margine che si è visto annullare quando nella PS14 Mads Ostberg ha capottato con la sua Citroen DS3 WRC, ostruendo la strada e facendo perdere diversi secondi ad Ogier. Secondi che poi la Direzione Gara gli ha giustamente restituito, rimettendolo al comando delle operazioni fin dalla PS15. Per il norvegese della Citroen, terzo fino a quel momento, la corsa è invece finita qui perché sulla sua DS3 WRC si è danneggiato il rollbar, impedendogli di ripartire con la formula del Rally2.

La svolta definitiva della corsa comunque è arrivata nella PS19, nella quale la Polo di Mikkelsen ha accusato un grosso problema all'impianto frenante, costringendolo ad alzare il piede e facendolo precipitare ad oltre un minuto da Ogier, che quindi ha potuto amministrare nelle prove rimanenti, salvo andare a piazzare la sua zampata nella Power Stage per andare a prendersi i tre punti extra proprio davanti ai due compagni di squadra.

Il secondo posto comunque consente a Mikkelsen di eguagliare il suo migior risultato nel Mondiale, visto che in questa stagione era già stato secondo in Svezia. Tra le altre cose la sua gara è stata anche segnata da un piccolo giallo: nella PS2 è stato beccato mentre tagliava parte del percorso attraverso un campo. Nonostante le vibranti proteste della concorrenza, alla fine se l'è cavata solamente con una multa di 5.000 euro, ma anche con la minaccia del ritiro della licenza se riscovato a fare una manovra del genere.

Sul terzo gradino del podio è salito un Thierry Neuville molto concreto, che quindi ha riportato la Hyundai i20 WRC nella top3. Il vice-campione del mondo ha accusato un principio d'incendio ai freni nella PS10, che lo aveva fatto scivolare addirittura al decimo posto. Il belga però non si è perso d'animo e da quel momento ha sempre fatto segnare degli ottimi tempi, concretizzando una bellissima rimonta e precedendo di 18" la Ford Fiesta RS WRC di Mikko Hirvonen, alla fine tra i primi pur senza aver disputato una gara particolarmente brillante.

Il finlandese ha resistito per meno di un secondo all'assalto finale di Jari-Matti Latvala, che ha suo malgrado vissuto una gara molto travagliata. Inizialmente ha faticato a trovare il ritmo, ma poi ha dato vita ad una bella rimonta, almeno fino alla PS14, che è stata un po' lo spartiacque del suo weekend: in questa ha contemporaneamente conquistato il terzo posto, ma anche danneggiato la sospensione anteriore sinistra della sua Polo R WRC (è addirittura uscita dal duomo!), perdendo oltre due minuti che gli sono costati la possibilità di continuare a battagliare per il podio. E anche il punto preso nella Power Stage è una magra consolazione, visto che ora Ogier è nuovamente in fuga.

Dietro di lui c'è l'altra Hyundai i20 WRC di Juho Hanninen, che per diverse prove aveva anche accarezzato il sogno di conquistare il suo primo podio iridato: il finlandese aveva un passo interessante, ma poi ha accusato un grosso problema allo sterzo, che gli ha fatto cedere la terza posizione al compagno di squadra nella PS18 e poi precipitare fino al sesto posto, senza la possibilità di reagire e rimontare nuovamente.

Sfortunato anche Kris Meeke, che nelle primissime fasi era stato in terza posizione e poi si era attestato in quinta con la sua DS3 WRC. La PS14 però è stata davvero grigia per la Citroen, che oltre al capottamento di Ostberg ha dovuto fare i conti con la foratura del britannico, che è finito addirittura fuori dalla zona punti. L'ex campione dell'IRC però non si è arreso ed è risalito fino al settimo posto, concretizzando il sorpasso sulla Hyundai i20 WRC di Hayden Paddon proprio nella penultima speciale.

La Casa coreana quindi è riuscita a concretizzare un weekend molto positivo, portando in zona punti tutte e tre le sue vetture. Gli ultimi due ad avervi accesso sono stati poi Henning Solberg e Martin Prokop, entrambi al volante di una Ford Fiesta RS WRC. L'aria di casa invece non ha portato bene a Robert Kubica: il polacco ha subito capottato nella PS2, ma è riuscito a proseguire ed è rimasto in lotta nel gruppetto con Neuville ed Hirvonen fino alla PS17, nella quale ha strappato una ruota alla sua Fiesta, dovendo ritirarsi. Oggi è ripartito con il Rally2, ma ormai il suo gap era troppo pesante per tornare nella top ten.

Da segnalare, infine, la cancellazione della PS7 e della PS8, quando la gara aveva sconfinato in Lituania. La prima è saltata per la presenza di troppi spettatori in zona pericolosa, la seconda invece perché il fondo stradale si era letteramente sbriciolato con il primo passaggio delle vetture, quindi non c'erano più le condizioni di sicurezza per garantirne un altro.

WRC, Rally di Polonia, 29/06/2014
Classifica finale (primi dieci)
1. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 2.34'02"0
2. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +1'07"7
3. Thierry Neuville - Hyundai i20 WRC - +2'13"5
4. Mikko Hirvonen - Ford Fiesta RS WRC - +2'32"4
5. Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - +2'33"1
6. Juho Hanninen - Hyundai i20 WRC - +2'49"9
7. Kris Meeke - Citroen DS3 WRC - +4'27"9
8. Hayden Paddon - Hyundai i20 WRC - +4'32"1
9. Henning Solberg - Ford Fiesta RS WRC - +4'59"0
10. Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +6'11"3

La classifica del Mondiale (primi dieci): 1. Ogier 166; 2. Latvala 116; 3. Mikkelsen 83; 4. Ostberg 66; 5. Hirvonen 52; 6. Neuville 46; 7. Meeke 38; 8. Evans 36; 9. Prokop 31; 10. Solberg 24.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Polonia
Piloti Andreas Mikkelsen , Sébastien Ogier , Thierry Neuville
Articolo di tipo Ultime notizie