WRC: nel 2022 sarà introdotto un carburante sostenibile

Oltre all'introduzione della propulsione ibrida, il WRC 2022 vedrà anche l'adozione del carburante sostenibile, con assenza di idrocarburi fossili e la presenza di una miscela di componenti sintetici e biocarburanti.

WRC: nel 2022 sarà introdotto un carburante sostenibile

Nel 2022 il WRC entrerà in una fase molto importante, con l'introduzione della propulsione ibrida per la prima volta nella sua storia. Ma se il motore elettrico lascia ormai da tempo perplessità sulla reale sostenibilità a causa della generazione e smaltimento delle batterie al litio, la massima categoria rally ha deciso di implementare la nuova tecnologia con il carburante sostenibile.

Dal 2022 le vetture Rally1 saranno fornite con benzina realizzata da P1 Racing Fuels grazie a un accordo triennale che partirà dal 2022. Questa impresa ha realizzato un carburante privo di idrocarburi fossili, ma con una miscela di componenti sintetici e biocarburanti.

Questo tipo di benzina sarà il primo a essere utilizzato in una serie Mondiale FIA, alimentando motori ad alte prestazioni. L'obiettivo è quello di avere un carburante sostenibile che possa coadiuvare l'introduzione della tecnologia brida per le vetture Rally1 e diminuire le emissioni di CO2.

Jean Todt, presidente della FIA ha detto: "La FIA è fortemente impegnata a guidare lo sport motoristico e la mobilità verso un futuro a basse emissioni di carbonio. Introducendo il carburante sostenibile insieme alla tecnologia ibrida per il Rally1, stiamo facendo un passo significativo verso la nuova era del FIA World Rally Championship nel 2022. L'ambiente è un pilastro chiave del movimento FIA Purpose Driven. Insieme ai nostri partner energetici, continueremo a combinare le migliori prestazioni tecnologiche e ambientali".

Martin Popilka, CEO di P1 Racing Fuels, ha aggiunto: "Lo sport automobilistico è da tempo un'arena dove nascono le innovazioni che plasmano il futuro della mobilità. Questo è il motivo per cui P1 Fuels è particolarmente orgogliosa di portare il primo carburante completamente rinnovabile sulle tappe del WRC. La nostra formulazione brevettata è il prodotto di quattro anni di ricerca e innovazione, che rappresenta una prima nel mondo della tecnologia da corsa, ma anche un passo importante verso motori a zero emissioni di carbonio come parte del futuro della mobilità sostenibile. Fornire un carburante innovativo, sostenibile ed efficiente in termini di costi disponibile su scala non è solo eccitante per il mondo dello sport motoristico, ma per il mondo dell'automobilismo, un segno promettente che il futuro delle automobili di produzione a zero emissioni è ora un passo più vicino alla realtà".

Jona Siebel, CEO del WRC Promoter, ha detto: "La tecnologia alla base dei carburanti sostenibili sta cambiando rapidamente. Pertanto, sono stati investiti molti sforzi per trovare la migliore soluzione disponibile - e possiamo essere orgogliosi del risultato. La miscela scelta di biocarburante avanzato e di componenti innovativi di e-fuel rende il WRC un vero leader negli sport motoristici sostenibili con auto di tutti i giorni. Il WRC è una piattaforma straordinaria per sviluppare e convalidare questo carburante innovativo in veicoli prodotti in serie, su strade reali e in tutte le circostanze. Ciò che impareremo utilizzando questo carburante sulle tappe del WRC può in definitiva beneficiare gli utenti della strada in tutto il mondo".

condividi
commenti
Colpo Hyundai: dalla M-Sport arriva il tecnico Loriaux
Articolo precedente

Colpo Hyundai: dalla M-Sport arriva il tecnico Loriaux

Articolo successivo

WRC: l'allenatore Villas-Boas esordirà al Rally Portogallo

WRC: l'allenatore Villas-Boas esordirà al Rally Portogallo
Carica i commenti