WRC, Monte-Carlo, PS9: Ogier fa un capolavoro e torna leader

Ogier attacca sin dal primo chilometro e infligge distacchi pesantissimi a tutti, tornando in testa alla classifica generale dopo la foratura di ieri. Tanak va in testacoda, rovina un cerchione e fora, perdendo il podio.

WRC, Monte-Carlo, PS9: Ogier fa un capolavoro e torna leader

Un vero capolavoro. Sébastien Ogier è partito forte nella seconda tappa dell'89esima edizione del Rallye Monte-Carlo firmando uno scratch che entra di diritto negli annali di questa corsa per capacità di guida, incisività, talento. Una prova di forza assoluta, quella del 7 volte iridato della Toyota, che lo proietta in vetta nuovamente dopo averla persa ieri a causa di una foratura nella PS6.

Ogier ha vinto dominando la Prova Speciale 9 (ricordiamo che la 8 è stata annullata tempo fa), la La Bréole - Selonnet 1 di 18,31 chilometri .volta su un fondo ghiacciato (tutti i piloti hanno scelto gomme da neve chiodate) e nell'oscurità della prima mattina. Lo ha fatto nel suo stile, lo stile dell'Ogier dei vecchi tempi, ovvero infliggendo quasi un secondo a chilometro al più rapido dei suoi avversari: Elfyn Evans.

Il pilota gallese, compagno di squadra di Ogier, si è dovuto accontentare del secondo posto, staccato di 17"8 a fine prova. Questo ha fatto sì che Ogier tornasse in testa alla classifica generale con 10"4 di vantaggio proprio su Evans. Per gli altri, invece, distacchi abissali.

A partire da Kalle Rovanpera, ritrovatosi terzo - con Toyota reimpossessatasi della tripletta provvisoria - dopo la pessima prova di Ott Tanak. Il campione del mondo 2019 ha commesso un errore dopo 2 chilometri di prova, finendo in testacoda. Poco dopo ha urtato qualcosa, rompendo il cerchio e distruggendo inevitabilmente la gomma anteriore sinistra. Così è stato costretto a compiere tutta la prova su 3 ruote, perdendo oltre 1 minuto e 2 posizioni nella classifica generale.

Tanak si trova quinto, staccato di 4"2 dal compagno di squadra Thierry Neuville. Il belga, questa mattina, ha faticato parecchio a trovare il ritmo con il nuovo navigatore Martijn Wydaeghe. Il suo divario dai migliori è infatti da ricercare non solo in un piccolo errore nelle fasi iniziali della prova, quanto nel ritmo impartito dalle note, forse non ancora adeguato a una prova del calibro della La Bréole - Selonnet. E' andata meglio a Dani Sordo, tornato a ottenere tempi interessanti dopo una prima giornata di gara a dir poco irriconoscibile.

Rallye Monte-Carlo 2021 - Classifica dopo la PS9

  Pos. Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Ogier/Ingrassia Toyota Yaris WRC 1.47'21”1  
2 Evans/Martin Toyota Yaris WRC +10"4  
3 Rovanpera/Halttunen Toyota Yaris WRC +1'08"3 +10"0
4 Neuville/Wydaeghe Hyundai i20 Coupé WRC +1'33"9  
5 Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC +1'38"1  
6 Sordo/Del Barrio Hyundai i20 Coupé WRC +2'01"4  
7 Mikkelsen/Floene Skoda Fabia R5 Evo +4'22"8  
8 Katsuta/Barritt Toyota Yaris WRC +4'39"2  
9 Fourmaux/Jamoul Ford Fiesta R5 MKII +5'26"3  
10 Greensmith/Endmondson Ford Fiesta WRC +5'41"1  
condividi
commenti
WRC, Adamo arrabbiato: "Hyundai a oggi comprimaria. Così non va!"
Articolo precedente

WRC, Adamo arrabbiato: "Hyundai a oggi comprimaria. Così non va!"

Articolo successivo

WRC, Monte-Carlo, PS10: Neuville, tempo pazzesco sulla neve

WRC, Monte-Carlo, PS10: Neuville, tempo pazzesco sulla neve
Carica i commenti