Mikkelsen sbaglia e Ogier conquista il Rally di Svezia!

Mikkelsen sbaglia e Ogier conquista il Rally di Svezia!

Un errore del norvegese nella Power Stage ha consegnato la vittoria al francese. Grande gara di Neuville: 2°

E' stata la Power Stage a porre fine a uno spettacolo assoluto, come pochi se ne sono visti negli ultimi anni, firmato da tre piloti che si sono dati battaglia fino all'ultimo metro per aggiudicarsi il Rally di Svezia. Sébastien Ogier ha conquistato la seconda vittoria consecutiva nelle prime due gare della stagione 2015 e lo ha fatto tirando fuori il classico coniglio dal cilindro nell'ultima Prova Speciale odierna, sfruttando al massimo le grandi potenzialità della sua Polo R WRC e venendo aiutato dall'errore finale e fatale di Andreas Mikkelsen.

Ogier, con questa vittoria (certamente una delle sue più belle e al fullmicotone della carriera), prende il largo nella classifica piloti con 53 punti, sommando infatti quelli colti dalla strepitosa Power Stage di questa mattina. Il francese è stato autore di una grande rimonta proprio nella giornata di oggi, quella conclusiva, in cui ha prima ridotto il gap dai primi due, ha attaccato con successo Neuville e, infine, ha sfruttato al meglio gli ultimi chilometri per agguantare l'ennesimo successo di una carriera che lo sta consacrando come un campione, un talento vero.

Il transalpino ha quasi visto sfumare la vittoria nela terz'ultima speciale di ieri, dopo aver commesso un errore e aver lasciato strada libera ad Andreas Mikkelsen, che oggi gli ha involontariamente restituito il favore e la leadership della classifica generale.

Alle spalle del campione del mondo in carica si è classificato il secondo grande protagonista del Rally di Svezia, Thierry Neuville. Il pilota belga ha dato spettacolo nei due giorni conclusivi, facendo sognare la casa coreana sino alla fine e cogliendo un podio dal grande significato: la i20 è una macchina molto competitiva sul fondo innevato (anche se non ancora all'altezza delle Polo R). sembra ormai aver raggiunto la Citroen. Questo podio non è solo merito del mezzo, anzi, Neuville ha gareggiato e guidato alla pari con Ogier, mostrando tutto il suo talento in uno degli appuntamenti più difficili della stagione.

Terzo gradino del podio per il pilota che, sino a pochi chilometri dal termine della Power Stage, aveva la vittoria in mano: Andreas Mikkelsen. Il pilota norvegese ha letteralmente buttato una vittoria che era ormai nelle sue mani con un errore a metà dell'ultima prova, in cui ha colpito un banco di neve a bordo pista che lo ha fatto andare in testacoda, per poi finire nel fosso. La sua Polo R non ha subito danni e il pubblico ha aiutato il pilota Volkswagen a tornare in pista per terminare gli ultimi chilometri di gara e agguantare un podio dal sapore amaro.

Merita una menzione il giovane pilota estone della M-Sport, Ott Tanak, che ha portato la prima Ford Fiesta RS WRC al quarto posto. Tanak è stato però il primo pilota a subire un passivo rilevante dai primi della classifica, arrivando a oltre due minuti e 26 secondi dai primi tre, che hanno letteralmente dominato le graduatoria sin dalle prime speciali. Alle spalle dell'estone da segnalare la prestazione convincente di Hayden Paddon, chiamato a sostituire l'infortunato Daniel Sordo sulla i20 WRC numero 8. Il pilota della casa coreana ha chiuso quinto, mettendosi alle spalle i due britannici Elfyn Evans e Kris Meeke, che ha portato al traguardo la prima Citroen DS3 WRC ufficiale.

Per il team del "double chevron" l'appuntamento svedese può essere comparato al Rallye Monte-Carlo. Le DS3 hanno mostrato buona velocità, ma errori dei piloti e varie noie meccaniche hanno frenato lo stesso Meeke e Mads Ostberg, terzo al termine della Power Stage e decimo nella classifica finale. Da segnalare le buone prove di Martin Prokop e Yuriy Protasov, rispettivamente ottavo e nono al termine. 

Robert Kubica è stato tra i più positivi dell'intera quattro giorni svedese. Il polacco è stato esente da errori gravi e macroscopici, ha vinto una prova speciale ieri ed è stato più volte in grado di staccare tempi di livello, non distanti da quelli segnati da Ogier, Mikkelsen e Neuville. Il polacco è stato però frenato prima da una rottura del differenziale della sua Fiesta RS WRC e poi da una penalità di cinque minuti al termine del Rally svedese a causa della pressione troppo elevata del suo turbo. I meccanici hanno provato a risolvere il problema, ma invano e la penalità è arrivata inesorabile. Ancora un Rally altalenante per Jari-Matti Latvala, che ha alternato grandi prestazioni in alcune stage a errori pesanti che lo hanno fatto precipitare fuori dai primi dieci, senza alcuna possibilità di recupero. 

WRC, Rally di Svezia, 15/02/2015

Classifica finale (primi dieci)
1. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 2.55'30"5
2. Thierry Neuville - Hyundai i20 WRC - + 6"4
3. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +39"8
4. Ott Tanak - Ford Fiesta RS WRC - +2'26"0
5. Hayden Paddon - Hyundai i20 WRC - +3'31"5
6. Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +3'53"0
7. Kris Meeke - Citroen DS3 WRC - +4'05"0
8. Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +4'26"0
9. Yuriy Protasov - Ford Fiesta RS WRC - +5'32"2
10. Mads Ostberg - Citroen DS3 WRC - +6'50"9

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Svezia
Piloti Andreas Mikkelsen , Sébastien Ogier , Thierry Neuville
Articolo di tipo Ultime notizie