WRC, M-Sport: ecco la nuova aerodinamica nei test per Monte-Carlo

Il team britannico, superati i problemi di viaggio verso la Francia, hanno svolto i primi test con le Pirelli nel sud della Francia. I piloti hanno anche avuto modo di provare la nuova aerodinamica anteriore che debutterà a Monte-Carlo.

WRC, M-Sport: ecco la nuova aerodinamica nei test per Monte-Carlo

Risolti i problemi di volo dall'Inghilterra verso la Francia (con quest'ultima che da qualche giorno ha bloccato i voli d'arrivo proprio dal Regno Unito), M-Sport è approdato nel sud della terra transalpina per effettuare i primi test in vista della stagione 2021 e, per la precisione, per il Rallye Monte-Carlo, primo appuntamento della nuova stagione.

Il team britannico si presenterà ai nastri di partenza del WRC 2021 con Teemu Suninen, che però farà solo una parte delle 12 gare previste dal calendario, e Gus Greensmith, diventato titolare al posto del non confermato Esapekka Lappi.

Nei test svolti in questi giorni nel sud della Francia, i piloti e gli ingegneri del team M-Sport hanno potuto fare la loro conoscenza con le gomme Pirelli, che da quest'anno saranno le coperture ufficiali della classe regina del Mondiale Rally al posto delle Michelin.

Non è stata però solo una questione di gomme, perché le Fiesta utilizzate per le prove sono state oggetto di aggiornamenti a livello aerodinamico all'anteriore. Non si tratta però di un vero e proprio esordio, perché, in gran segreto, questa nuova soluzione era stata provata in un test svolto nella pista di proprietà del team, che si trova in Cumbria.

Dopo diversi mesi le novità sono state provate su strada dai due equipaggi che prenderanno parte al Rallye Monte-Carlo a partire dal 21 gennaio. Entrando nello specifico di queste novità, si tratta di nuovi profili aerodinamici posti ai lati della grande presa d'aria posta al centro del paraurti anteriore.

Questi profili, presenti sin dalla presentazione della vettura avvenuta a fine 2016, sono ora molto più larghi, con il preciso intento di aumentare il carico aerodinamico proprio in quella zona della vettura e, allo stesso tempo, diminuire il sottosterzo generato da uno sbilanciamento di carico aerodinamico per via del grande alettone posteriore e delle finestre aerodinamiche presenti nel paraurti posteriore presenti ormai da diversi anni.

Gli stessi profili aerodinamici sono stati ulteriormente modificati grazie all'aggiunta di endplate molto piccoli, ma comunque visibili a occhio nudo. Questi sono stati apposti in quella zona per ripulire i flussi verso il posteriore e diminuire il drag evitando di mescolare i flussi ad alta e bassa pressione derivanti dalla parte superiore e inferiore del muso.

Sebbene non siano modifiche enormi, si tratterà comunque di soluzioni importanti, perché ormai da mesi le Fiesta non ricevevano aggiornamenti, con i piloti costretti a dare sempre il massimo per cercare di lottare contro vetture più evolute del calibro della Hyundai i20 Coupé e della Toyota Yaris WRC.

condividi
commenti
WRC, Neuville: "Hyundai la mia priorità. A breve avrete notizie"
Articolo precedente

WRC, Neuville: "Hyundai la mia priorità. A breve avrete notizie"

Articolo successivo

WRC: il Rally di Ypres sarà svolto a Ferragosto

WRC: il Rally di Ypres sarà svolto a Ferragosto
Carica i commenti