WRC, Lappi: "Ho paura che a Monte-Carlo 2021 non ci sarò"

Il finlandese lo ha annunciato al termine della Power Stage dell'ACI Rally Monza Italia. Il futuro di M-Sport nel WRC è ancora tutto da scrivere.

WRC, Lappi: "Ho paura che a Monte-Carlo 2021 non ci sarò"

Esapekka Lappi ha terminato il Mondiale Rally 2020 con un quarto posto onorevole all'ACI Rally Monza Italia, ultimo appuntamento stagionale in un anno a dir poco travagliato a causa della pandemia da COVID-19.

Il 28enne è stato il miglior pilota di M-Sport nella classifica generale grazie ai 52 punti totalizzati. A differenza del compagno di squadra Teemu Suninen, l'ex pilota di Toyota non è mai saluto sul podio, ma è stato più regolare nel corso di una stagione complicata per il team di Cockermouth.

Ogni anno la struttura di Malcolm Wilson e diretta da Richard Millener sceglie i propri piloti con cui affrontare il Mondiale Rally e anche nel 2021 questo criterio sarà rispettato considerando i problemi economici che attanagliano M-Sport dopo il biennio dorato con Sébastien Ogier. Dopo questa stagione sembrava lecito pensare alla riconferma di Lappi e Suninen, ma ieri è arrivato un fulmine a ciel sereno.

Al termine della Power Stage, ultima prova del Rally di Monza, alla domanda posta da Molly Pettit di WRC.com il pilota finlandese ha ringraziato il suo team e le persone che hanno lavorato con lui. Poi, la doccia fredda.

"Ho paura che non ci vedremo a Monte-Carlo. Per il momento credo proprio di no". Poche parole, dette con la tristezza negli occhi di chi sa che, con tutta probabilità, a Monte-Carlo non sarà pilota titolare nel Mondiale della prossima stagione.

M-Sport deve ancora annunciare i propri piloti per la prossima stagione. Quel che è certo, è che Lappi non percepirà più soldi dalla Citroen, con cui aveva sottoscritto un contratto biennale dopo aver lasciato la Toyota. Ha ricevuto lo stipendio anche quest'anno, sebbene il team si sia ritirato al termine della passata stagione non ritenendo più il WRC una piattaforma su cui puntare per promuovere le proprie vetture.

Vedremo nel corso delle prossime settimane come si evolverà la situazione, perché M-Sport deve necessariamente affrontare i test per Monte-Carlo e alla prima gara del 2021 mancano appena 6 settimane...

condividi
commenti
WRC: Carlos Del Barrio non è più il navigatore di Dani Sordo
Articolo precedente

WRC: Carlos Del Barrio non è più il navigatore di Dani Sordo

Articolo successivo

L'Italia vince una stage WRC dopo 12 anni grazie a Scandola

L'Italia vince una stage WRC dopo 12 anni grazie a Scandola
Carica i commenti