Latvala profeta in patria nel Rally di Finlandia

Latvala profeta in patria nel Rally di Finlandia

Alla fine il finlandese l'ha spuntata per appena 3"6 nel derby Volkswagen con Ogier. Podio anche per Meeke

Per come è andata la gara nella sua interezza, viene quasi da dire giusto così: Jari-Matti Latvala si è imposto alla fine di un Rally di Finlandia che aveva dominato in lungo ed in largo, prima che un problema ai freni nella PS20, provocato da un ingresso troppo aggressivo in una buca, permettesse a Sebastien Ogier di riaprire i giochi.

Al finlandese però è bastato il secondo tempo nella Power Stage per regolare il compagno di squadra di 3"6 e confermarsi l'unico in grado di batterlo per ora in questa stagione. Quella di oggi è l'11esima vittoria nella carriera del portacolori della Volkswagen, che quindi rimane ancora imbattuta in questo 2014, arrivando invece a quota ben 18 successi da quando ha fatto il suo ritorno sulla scena iridata ad inizio 2013.

Il confronto comunque tra le due Polo R WRC è stato particolarmente tirato: basta pensare che alla fine Latvala ha vinto 13 speciali e che Ogier ha marcato il miglior tempo in altre 12. Solamente Kris Meeke, alla fine ottimo terzo con la sua Citroen DS3 WRC, è riuscito a fermare la marcia perfetta dei due alfieri della Casa tedesca.

Come detto, Latvala però era riuscito a costruirsi un margine di ben 31" fino alla PS19 e poi Ogier ha rimpinguato il suo bottino di speciali soprattutto dalla PS20 in avanti, ovvero da quando il compagno ha patito il suo problema tecnico. Con la vittoria della Power Stage poi ha limitato i danni nella classifica iridata, nella quale ha perso solamente 6 punti sul diretto inseguitore, rimanendo in vantaggio di 44.

Detto dei primi due, un bravo lo merita sicuramente Kris Meeke, che ha finalmente dato ad Yves Matton la risposta che si aspettava di vedere in questa seconda parte di stagione. Il britannico ha retto il ritmo delle due Polo per una buona metà di gara, riuscendo anche ad infilarsi davanti ad Ogier a tratti, ma alla lunga ha preferito badare a portare a casa un risultato che potrebbe essere importante per il suo futuro, ottenendo così il suo terzo podio stagionale, dopo quelli di Montecarlo e dell'Argentina.

Non è stata una gara altrettanto positiva per il suo compagno di squadra Mads Ostberg: il norvegese ha faticato a trovare il ritmo nella prima parte di gara, poi quando sembrava aver trovato il bandolo della matassa è stato costretto alla resa, danneggiando il rollbar della sua DS3 WRC nell'urto contro una roccia avvenuto nella PS18.

Un ko che ha favorito la fuga solitaria di Andreas Mikkelsen e della Volkswagen verso un quarto posto che gli ha permesso di consolidare il suo terzo posto nel Mondiale. Il norvegese poi ha potuto sfruttare anche la rottura di un ammortizzatore patita dalla Ford Fiesta RS WRC di Mikko Hirvonen, alla fine quinto sulle strade di casa. Il nativo di Jyvaskyla è stato il migliore tra i piloti della M-Sport, ma va detto che la sua gara non è stata particolarmente brillante.

Veniamo ora alle Hyundai: la migliore alla fine è stata quella di Juho Hanninen, che ha concluso al sesto posto. Nelle prime fasi il finlandese ha anche retto il passo dei migliori, ma poi ha capottato nella PS6, perdendo tanti secondi preziosi, ma potendo comunque continuare la sua corsa. Proprio nel finale poi è riuscito ad avere la meglio su Hayden Paddon, rallentato dalla rottura del servosterzo proprio quando sembrava avere il sesto posto in pugno.

Il neozelandese, dunque, alla fine si è dovuto accontentare dell'ottavo posto alle spalle anche della Ford di Elfyn Evans. Gli è andata comunque meglio rispetto al compagno di squadra Thierry Neuville: anche il pilota belga ha dato una bella botta con il posteriore nella PS6 e poco dopo è stato costretto alla resa perché al parco assistenza i meccanici della Casa coreana hanno ravvisato un danno al rollbar.

Gara da dimenticare, infine, anche per Robert Kubica, finito in un fosso nella prima speciale della seconda giornata di gara con la sua Ford Fiesta RS WRC e quindi costretto allo stop. Nessuna conseguenza per lui ed il suo navigatore, ma anche ripartendo ieri con il Rally2 la loro gara si è conclusa con un ritardo abissale rispetto ai migliori. Da segnalare anche l'infortunio alla schiena che ha colpito lo sfortunato Craig Breen: il portacolori della M-Sport si è fermato ad appena due prove dal termine a causa di un atterraggio un po' troppo duro dopo un lungo salto.

WRC, Rally di Finlandia, 03/08/2014
Classifica finale (primi dieci)
1. Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - 2'57'23"2
2. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - +3"6
3. Kris Meeke - Citroen DS3 WRC - +50"6
4. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +1'52"5
5. Mikko Hirvonen - Ford Fiesta RS WRC - +2'49"7
6. Juho Hanninen - Hyundai i20 WRC - +4'29"0
7. Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +5'25"8
8. Hayden Paddon - Hyundai i20 WRC - +6'17"8
9. Henning Solberg - Ford Fiesta RS WRC - +12'07"0
10. Karl Kruuda - Ford Fiesta S2000 - +14'44"7

La classifica del Mondiale (primi dieci): 1. Ogier 187; 2. Latvala 143; 3. Mikkelsen 95; 4. Ostberg 66; 5. Meeke 54; 6. Hirvonen 52; 7. Neuville 46; 8. Evans 42; 9. Prokop 31; 10. Solberg 26.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Finlandia
Piloti Kris Meeke , Jari-Matti Latvala , Sébastien Ogier
Articolo di tipo Ultime notizie